TEMPO LIBERO

I migliori esercizi di mindfulness per bambini

Capitoli

  1. Mindfulness e bambini, un binomio vincente

  2. Linee guida mindfulness per principianti

  3. Come fare esercizi di mindfulness per bambini

Ti chiedi come fare a iniziare a praticare la mindfulness con tuo figlio? Se pensi che sia troppo piccolo, ti sbagli. Leggi i nostri consigli per introdurlo al mondo della mindfulness in maniera semplice!

Meditation girl

Mindfulness e bambini, un binomio vincente

Dei benefici della mindfulness per bambini abbiamo parlato in un altro articolo del nostro blog. C’è una bella differenza, però, tra leggere una lista di benefici teorici e sperimentarli nella vita di tutti i giorni; la mindfulness aiuta la consapevolezza emotiva, il rilassamento, la presenza nel “qui e ora” ⌚... Sì ma cosa ha a che fare tutto ciò con mio figlio, ti starai chiedendo?

Mio figlio che ci manca poco che corra sulle pareti. Mio figlio che si ferma solo quando si piazza davanti alla tv. Mio figlio che, quando un compito non gli riesce, strappa il foglio in due e se ne va sbraitando 😡. Ecco, capisco che pensare di proporre la mindfulness a un bambino o un ragazzo un po’ agitato (se non proprio iperattivo), può sembrare un’idea balzana.

E invece potrebbe essere una delle decisioni migliori da prendere. La mindfulness non è un’abitudine da “fighetti” o da impallinati new age. Tutt’altro! Considerala come un training per imparare a cambiare il proprio approccio agli eventi quotidiani della vita. Una specie di terapia 💊: tuo figlio, con una pratica regolare, imparerà a reagire automaticamente in maniera diversa.

Di fronte alle situazioni stressanti, alle emozioni negative, ai piccoli ostacoli di tutti i giorni… Non a caso c’è chi spinge per introdurre la mindfulness nelle scuole: prima si inizia, prima un atteggiamento mindful diventa qualcosa di automatico e inconsapevole.

Uno studio americano (Saltzman e Goldin, 2008) è riuscito a dimostrare i seguenti risultati conseguenti alla pratica della mindfulness da parte di bambini in età scolare:

Non è esattamente poco, sei d’accordo con me? Vediamo allora come introdurre la mindfulness a un bambino e come praticarla in maniera divertente.

 

Linee guida mindfulness per principianti

Mindfulness potrebbe essere tradotto in italiano con il termine “consapevolezza”. E in effetti non è altro che il compiere certe attività in maniera consapevole: pensare 💭, respirare 🌬, ma non solo. Basta davvero poco per praticare la mindfulness!

 

Inizia con semplicità

Keep it simple! Far sedere il tuo bambino davanti a te e dirgli “ascoltami attentamente e fai silenzio, ora ti insegno cos’è la meditazione” può essere il modo più veloce per… annoiarlo 😴. Con un bambino piccolo, limitati a dirgli che farete dei giochi divertenti per imparare ad ascoltare i vostri pensieri e le vostre emozioni. A un ragazzo adolescente, invece, puoi spiegare che mindfulness significa concentrare la propria attenzione e consapevolezza sul momento presente.

 

Sfrutta le routine

Sei abituato a mettere a letto tuo figlio ogni sera più o meno alla stessa ora ⏰? Può essere una buona idea iniziare a fare un esercizio di mindfulness proprio in quel momento. La routine farà il resto, rendendo questo momento di pratica un’abitudine condivisa piacevole.

 

Porta le cose su un piano pratico

Chiedere a un bambino piccolo di essere consapevole del proprio respiro può essere vano. Invitarlo a guardare la sua pancia che si gonfia e sgonfia ritmicamente è qualcosa di più comprensibile per lui. All’inizio, privilegia esercizi che prevedono un’applicazione pratica.

 

Dai il buon esempio!

I bambini imparano più con l’esempio che con le istruzioni, questo è arcinoto. Pratichi yoga online o fai meditazione e ti chiudi sempre in una stanza da solo quando è il momento? Comprensibile ma per una volta prova a lasciare la porta aperta e a condividere questo momento con tuo figlio (chiedendogli di rispettare il silenzio! 🤫)

 

Come fare esercizi di mindfulness per bambini

In questo articolo voglio portarti degli esempi proprio basici di esercizi di mindfulness per bambini. Per aiutarti a capire che si può iniziare davvero con poco e integrare la mindfulness nella vita di tutti i giorni. Gli esercizi che seguono sono degli ottimi esempi!

 

Il pasto consapevole

Chiedi a tuo figlio di provare a indovinare gli ingredienti di ciò che state mangiando a tavola 🍝. Per farlo, deve concentrarsi, imparare a focalizzare la propria attenzione sul senso del gusto e riflettere su ciò che sente. Mantieni il silenzio e non creare competizione né senso di urgenza: se hai più figli, fai fare questo esercizio a tutti impostando un timer (breve, 2 minuti circa) e facendoli parlare a turno quando il tempo è scaduto.

 

La doccia consapevole

Esercizio simile, ma focalizzandosi su sensi differenti: tatto, udito, olfatto. Il momento della doccia può diventare un esercizio di mindfulness, basta concentrarsi su ciò che si sente, sulla sensazione dell’acqua sulla pelle, sul profumo del bagnoschiuma, sul rumore del getto d’acqua che scende… 🚿 Guida il tuo bambino in questo esercizio, invitandolo a concentrare (e mantenere) la sua attenzione sulle sensazioni.

 

Il body scan

Questo esercizio è uno dei cavalli di battaglia della mindfulness, per grandi e piccoli. Con un bambino andrà eseguito in maniera più “leggera”: l’ideale è farlo a letto, alla sera, prima di addormentarsi. Chiedi a tuo figlio di passare in rassegna tutte le parti del suo corpo, partendo dal piede sinistro 🦶 e salendo verso l’alto, cercando di sentirle e rilassarle completamente. Ogni muscolo deve diventare molle, mollissimo! Guidalo tu in questo esercizio, invitandolo a sentire ogni parte del corpo e a “lasciarla andare”. 

 

Il guardiano del palazzo

Esercizio leggermente più complicato ma utilissimo per insegnare ai più piccoli a gestire i propri pensieri. Fai chiudere gli occhi al tuo bimbo e invitalo a immaginarsi come un guardiano di un bellissimo palazzo, fisso in piedi davanti a un enorme cancello. Il suo scopo è quello di sorvegliare l’entrata del palazzo 🚫. Divertiti assieme a lui a giocare a “ignorare” ogni persona che arriva lungo la strada che conduce al cancello: queste persone, che rappresentano i pensieri, passano oltre senza che il guardiano conceda loro attenzione. Mentre fate questo esercizio, invitalo a prestare piuttosto la sua attenzione sulla respirazione (respiri lunghi e rilassati). 

Consigli degli esperti

Aiutiamo gli studenti ad imparare, non solo ad alzare i voti.

Guida motivazionale gratuita per genitori.

Scarica ora