ALTRI CONSIGLI, TEMPO LIBERO

Mindfulness per bambini, ecco come farla

Capitoli

  1. Cos’è la mindfulness per bambini?
  2. A cosa serve la mindfulness per bambini
  3. 5 esercizi di mindfulness per bambini

Gambe incrociate, occhi chiusi, mani appoggiate sulle ginocchia… No, la mindfulness per bambini è qualcosa di diverso! Scopri come farla con tuo figlio con questi 5 semplici esercizi.

kid_wood_mindfulness

Cos'è la mindfulness per bambini?

Se credevi che la mindfulness fosse solo una cosa da adulti - o da monaci tibetani! - ti dovrai ricredere. Mindfulness e bambini possono andare molto d’accordo, come vedremo in questo articolo; anzi, possiamo dire senza paura di essere smentiti che i bimbi partono con un grande vantaggio: le loro menti, più libere e “plastiche”, sono molto più ricettive delle nostre! 🧠

Non è un caso infatti che alcune istituzioni scolastiche si siano già mosse in tal senso, iniziando a incorporare la mindfulness nel proprio programma didattico. Uno studio ancora in corso nel Regno Unito, che coinvolge oltre 300 scuole, sta misurando l’impatto della mindfulness sul benessere mentale dei più giovani. 

Stress e ansia, del resto, sono i mali del secolo e fa parte del nostro essere genitori fare ciò che è in nostro potere per aiutare i nostri figli a difendersi: la mindfulness per bambini ha proprio questo obiettivo, renderli più capaci di gestire al meglio le emozioni forti (positive e negative). E aiutarli a vivere nel presente. 🌱

Quante volte ci dimentichiamo di vivere appieno l’attimo? Quante volte non riusciamo ad affrontare con serenità i mille stimoli che ogni giornata porta con sé? Pensa se tuo figlio fosse in grado di farlo al meglio, vivendo una vita piena e felice. Ci metteresti la firma, giusto? Allora scopri perché praticare la mindfulness può essere un’idea vincente!

 

A cosa serve la mindfulness per bambini?

Spiegare cosa è la mindfulness non è semplicissimo, ma parlare dei suoi benefici è un compito molto più agevole. Come prima cosa ti dico che la mindfulness ha molto a più a che fare con la vita di tuo figlio di quanto tu possa pensare. Relazioni sociali, sport, rendimento scolastico, capacità di effettuare scelte… Tutto può beneficiare di un atteggiamento più “presente” e ricettivo. 👀

I principali benefici della mindfulness per bambini sono i seguenti:

  • Attenzione: i bambini imparano a dirigere il focus della loro attenzione e a rimanere concentrati su un determinato stimolo
  • Emozioni: praticare la mindfulness insegna a gestire con equilibrio le emozioni negative (come la rabbia)
  • Introspezione: un bambino “mindful” è in grado di riconoscere le emozioni dentro di sé e, quindi, di non farsi sopraffare da esse
  • Creatività: la pratica della mindfulness aiuta a uscire fuori dagli schemi e ad esprimere la propria creatività
  • Socialità: un bambino che sa gestire le proprie emozioni ne trae enorme vantaggio nelle relazioni sociali

 

Se ipoteticamente tutti i bambini praticassero la mindfulness e fossero quindi consapevoli e padroni delle proprie emozioni, problemi come il bullismo a scuola verrebbero molto ridimensionati. A proposito di bullismo: un atteggiamento consapevole ed equilibrato non può che aiutare tuo figlio a difendersi da eventuali bulli 👊. 

 

 

Esercizi di mindfulness per bambini

Ora che abbiamo visto quanti e quali benefici apporta la pratica della mindfulness per bambini, è ora di rimboccarsi le maniche e… iniziare! Ecco cinque semplici esercizi che puoi usare per far conoscere la mindfulness a tuo figlio. Questi esercizi sono ideali per bambini tra i 3 e i 6 anni di età. 

 

Respirazione consapevole… con il gioco 🧸

 

Il controllo della respirazione è uno dei pilastri della mindfulness, anche per i bambini. Con loro, però, si può farlo in maniera più divertente. Chiedi al tuo bimbo di stendersi supino e di mettere un gioco o un peluche sull’addome; poi invitalo a inspirare profondamente dal naso, trattenere il respiro per 2 o 3 secondi e poi espirare dalla bocca. Potrà divertirsi a far salire e scendere il gioco/peluche, che seguirà i movimenti del suo addome che si gonfia e si sgonfia.

 

Passeggiata super-sensoriale 👂

 

Mindfulness è essere presenti nel momento ed essere presenti significa anche sapersi concentrare su tutto ciò che sta accadendo, attraverso l’uso consapevole dei propri sensi. Durante una passeggiata all’aria aperta, gioca con tuo figlio a raccogliere il maggior numero di informazioni attraverso i sensi: fermatevi in un punto qualsiasi e concentratevi a percepire tutto ciò che sta accadendo attorno a voi, tramite la vista, l’olfatto, l’udito, il tatto. Questo semplice esercizio lo introdurrà a un atteggiamento più attento e consapevole.

 

L’arte delle bolle di sapone 🧼

 

Anche questo esercizio di mindfulness per bambini rispecchia esercizi che fanno anche gli adulti. Si tratta di concentrarsi pienamente su di una attività semplice e poco impegnativa, focalizzando la propria attenzione su di essa e lasciando che la mente si “svuoti” piacevolmente. Bolle di sapone: una passione dei bambini! Chiedi a tuo figlio di fare le bolle più grandi che riesce, concentrandosi sull’esecuzione e realizzando bolle lentamente, con calma e precisione. 

 

Che tempo fa dentro di te? ☔

 

La consapevolezza delle proprie emozioni è qualcosa che va coltivato sin dalla più tenera età (hai presente il film Inside Out?). La mindfulness aiuta a creare l’abitudine al riconoscimento delle proprie emozioni. Questo semplice gioco ne è un esempio: esercitati con il tuo bimbo a parlare di “che tempo fa” dentro di voi. Spiegagli quale è il meteo dentro di te: se c’è il sole sei felice e allegro, se piove c’è qualcosa che ti rende triste ecc. Poi invitalo a fare lo stesso, chiedendogli di spiegarti perché sente un particolare “clima” dentro di sé. Potete anche fare un tabellone dove appuntare il vostro “clima” ogni giorno! 🌞

 

Un barattolo speciale ✨

 

Un altro esercizio per imparare a gestire la propria emotività. Prendi un barattolo di vetro e riempilo con acqua e colla glitter. Poi agitalo assieme al tuo bambino: fagli vedere come, quando si agita il barattolo, l’acqua si intorbidisce e non si riesce a vedere nitidamente attraverso il barattolo, cosa che invece è possibile quando l’acqua è ferma. Spiegagli che lo stesso avviene con le emozioni: quando siamo sopraffatti da esse, non riusciamo a vedere le cose nitidamente. Meglio aspettare che l’acqua si calmi!

Consigli degli esperti

Aiutiamo gli studenti ad imparare, non solo ad alzare i voti.

Guida motivazionale gratuita per genitori.

Scarica ora