STORIA, MATERIALE DIDATTICO GRATUITO

Linea del tempo vuota (da stampare): ecco a cosa serve

Capitoli

  1. Linea del tempo per storia: a cosa serve?
  2. Come fare una linea del tempo
  3. Le epoche storiche da mettere nella linea del tempo


Per studiare la storia come un vero storico… ci vuola una linea del tempo! Sai cos’è, a cosa serve e come si usa? In questo articolo ne trovi una già pronta e una vuota da utilizzare come preferisci.

preistoria

Linea del tempo per storia: a cosa serve?

 

Hai mai sentito parlare della linea del tempo? È uno strumento molto utile per studiare la storia, che ti permette di farti un’idea di quando sono successi determinati eventi storici con un solo colpo d’occhio. 🧐

Forse studiare storia ti può mandare in confusione ogni tanto, del resto mettere in ordine tutti gli avvenimenti che bisogna ricordare non è facile: è proprio per questo che esiste la linea del tempo! Perché quando studi storia è importante capire cosa è successo prima e cosa dopo.

L’impero romano è apparso prima o dopo le città-stato greche? E gli egizi in che epoca sono vissuti? L’uomo quando è apparso sulla terra e quando inizia e finisca la preistoria? 🦖 Tutte domande che hanno bisogno una risposta e che… possono trovarla grazie alla linea del tempo!

Qui sotto ne trovi una già riempita e una vuota, da stampare e riempire a seconda dei tuoi bisogni. La devi personalizzare con colori e disegni, se vuoi che ti aiuti davvero a memorizzare date e eventi di storia. 📆 Sei pronto a iniziare? La storia non ci fa più paura con la linea del tempo!

scarica la linea del tempo

 

History timeline_IT (1)

scarica la linea del tempo vuotaHistory timeline_IT to fill

Le epoche storiche da mettere nella linea del tempo

 

Prima di riempire la nostra linea del tempo… dobbiamo sapere cosa metterci: questa linea particolare serve, in storia, a mettere in ordine cronologico le epoche storiche e gli eventi principali che le caratterizzano.

Quindi prima di vedere come compilare una linea del tempo, occupiamoci proprio delle epoche storiche: quali e quante sono? Come si dispongono cronologicamente? Partiamo dalla più antica 👴 per arrivare alla più moderna. 👦

Prima della storia: la preistoria

Prima della storia c’era… la preistoria! No, non quella dei dinosauri, 🦕 che sono vissuti molto tempo prima. La preistoria inizia circa 3 milioni di anni fa, con la comparsa sulla terra dei primi uomini. 

La preistoria viene a sua volta suddivisa in tre periodi:

  • Paleolitico (“età della pietra antica”): va da 3 milioni di anni fa a circa 10.000 anni fa. È il periodo in cui l’uomo si dota dei primi mezzi tecnologici: impara a scheggiare la pietra, 🪨 pratica la caccia e la pesca
  • Mesolitico (“età della pietra di mezzo”): da 10.000 anni fa a circa 8.000 anni fa. L’uomo elabora mezzi sempre più sofisticati per la caccia e la raccolta e vive in capanne riunite in villaggi ⛺
  • Neolitico (“età della pietra nuova”): da circa 8.000 anni fa a 3.500 anni fa. È il periodo più ricco di cambiamenti, durante il quale l’uomo scopre allevamento e agricoltura 🐑 e si organizza in clan

L’inizio della storia: 3.500 a. C, la storia antica

Quando “nasce” la storia? Circa nel 3.500 a. C., con l’introduzione della scrittura. 🪶 La storia nasce infatti quando l’uomo impara a tramandare il suo sapere e a documentare la sua vita non solo per via orale, ma anche per via scritta. 📜 Da questo momento in poi, si può dire, siamo certi di quello che è successo! E possediamo molta documentazione scritta a supporto delle nostre ipotesi.

Questo primo periodo della storia viene chiamato storia antica e continua fino alla caduta dell’Impero Romano d’Occidente, nel 476 d. C.: una data molto importante, perché segna l’inizio dell’epoca successiva.

Il medioevo

Dal 476 d. C. inizia il periodo che chiamiamo Medioevo, letteralmente “età di mezzo”. ⚔️ Infatti è un periodo “ponte” tra la storia antica e la storia moderna. Il Medioevo a sua volta è suddiviso in:

  • Alto Medioevo: il periodo più antico
  • Basso Medioevo: il periodo più recente

La storia moderna

La parte moderna della storia inizia in una data assolutamente non casuale: il 1492, la scoperta dell’America da parte di Cristoforo Colombo. 🇺🇸 È un periodo di grandi cambiamenti, che culminano con l’evento che segna la fine di quest’epoca: la rivoluzione francese, nel 1789. 🇫🇷

I nostri giorni: la storia contemporanea

L’epoca in cui viviamo viene definita storia contemporanea, inizia nel 1789 e… non è ancora finita! Sicuramente è un’epoca durante la quale i cambiamenti sono stati importantissimi (un esempio: è nata internet!) e continuano a esserlo.

 

Come fare una linea del tempo

 

Ora che sai cosa inserire nella linea del tempo, ecco qualche consiglio per compilarla:

  • La linea è una freccia orientata verso destra: all’estremità destra ci sarà la punta della freccia ➡️
  • Al centro della tua linea puoi segnare l’anno zero, l’anno della nascita di Cristo, che viene usato come “spartiacque” tra il prima (avanti Cristo, a. C.) e il dopo (dopo Cristo, d. C.)
  • Gli anni dopo Cristo si contano in successione, andando avanti; gli anni avanti Cristo si contano in regressione, quindi andando indietro ⬅️
  • Gli eventi più lontani nel tempo andranno nella parte di sinistra, quelli più recenti nella parte destra
  • Dividi la linea del tempo in sezioni lunghe uguali e utilizza colori diversi per ogni epoca storica
  • Per memorizzare meglio, fai un disegno per ogni epoca storica: deve simboleggiare un evento importante e ti aiuterà a ricordarti cosa è successo in quel periodo! 🎨

Un ultimo consiglio: puoi usare la linea del tempo anche per rappresentare i compleanni di tutti i tuoi compagni di classe, oppure gli eventi che hanno caratterizzato la tua vita fino ad ora… Divertiti a esercitarti con la linea del tempo vuota che abbiamo preparato!

scarica la linea del tempo vuota

Prenota una sessione di ripetizioni private gratuita

Prenota ora