TECNICHE D'INSEGNAMENTO

Come rendere efficace lo studio degli studenti

Capitoli

  1. Come rendere lo studio efficace
  2. Motivazione allo studio: perché è importante

 

Il tuo ruolo in qualità di tutor spesso comporta delle sfide, una tra queste potrebbe essere quella di riuscire a rendere efficace un certo metodo di studio per uno studente mentre un’altra potrebbe consistere nel cercare di motivare uno studente che in partenza si dimostra scoraggiato, disinteressato e demotivato. Dal momento che prima o poi potresti incontrare questo genere di situazioni, ammesso che tu non ti ci stia già trovando, abbiamo pensato di dispensarti i suggerimenti che seguono per rendere il tuo lavoro il più agevole possibile. 💪

come-rendere-efficace-lo-studio-degli-studenti

Come rendere lo studio efficace

 

Il recente report di GoStudent sull’istruzione ha rivelato un dato che fa riflettere: durante quest'ultimo anno quasi 9 studenti su 10 hanno riscontrato difficoltà psicologiche e legate all’apprendimento. 😖

Un altro dato che ci interessa è quello secondo il quale, per il medesimo periodo, l’Italia è stata il primo paese europeo per numero di studenti che hanno fatto ricorso all’apprendimento online

Abbiamo scelto di condividere questi dati con te per farti comprendere che il tuo ruolo di tutor, ad oggi, è fondamentale. 🚀

Infatti, sono moltissimi gli studenti che hanno scelto di rivolgersi al tutoraggio online per arginare le difficoltà vissute, in primis:

  1. Difficoltà a concentrarsi in un contesto di didattica a distanza 💻
  2. Difficoltà a comprendere il materiale fornito durante le lezioni online 😵

A questo punto è importante capire come puoi rendere lo studio efficace, non credi? E non preoccuparti, siamo qui per aiutarti, infatti ora vedremo insieme quali strategie occorre mettere in atto per raggiungere questo obiettivo. 😎

Sviluppare un metodo di studio efficace è tutt’altro che semplice, anche perché molti di noi hanno imparato dopo tanti errori e tanta pratica e, purtroppo, spesso non ci è stato insegnato a scuola.

La difficoltà aumenta se consideri che il metodo di studio non è universale, infatti ciò che va bene a uno non va bene automaticamente a un altro. I fattori da tenere a mente e che rendono unica ogni situazione e ogni studente sono diversi, ecco i principali:

  • Capacità di apprendimento (difficoltà, tempistiche etc) 😣
  • Conoscenze pregresse ed eventuali lacune 🔎
  • Tempo a disposizione ⌛
  • Materia (è tecnica o è discorsiva? Richiede molti concetti da memorizzare? etc) 📝
  • Esami in vista o meno, e, se sì, modalità d’esame (scritto o orale) 👓

Per questa ragione, ti suggeriamo ti tenere bene a mente i seguenti 3 principi generali che, di volta in volta, potrai adattare in base alla situazione specifica che avrai davanti:

Pianificare il lavoro 

Lo studente ha a disposizione il materiale e la data entro la quale deve essere consegnato o preparato un compito o un’interrogazione? Bene, sulla base di questi elementi e di altri fattori (imprevisti, altri impegni etc) stabilisci una tabella di marcia. Puoi coinvolgere lo studente nella pianificazione attraverso una to do list o anche con la tecnica del pomodoro. 🍅 

Scegliere accuratamente il materiale e tutti gli ausili disponibili 

Il ragazzo ha preso degli appunti? Ha un buon libro di testo? Il docente gli ha fornito delle slide? Cerca di capire quale supporto può essergli più utile e parti da lì. Dopodiché, fallo sbizzarrire con l’uso di schemi, riassunti, mappe, colori, presentazioni in power point e tutto ciò che ti viene in mente. 

C’è un tempo per capire e un tempo per studiare 

Non avere fretta. 👌 Spiegare velocemente le nozioni per poi sperare che lo studente le memorizzi in un baleno non ha molto senso. Dedica tutto il tempo necessario alla spiegazione e soffermati sui passaggi più ostici. Sii paziente e, se necessario, ritorna su quegli stessi argomenti finché non risulteranno chiari. Solo dopo potrete dedicare del tempo alla memorizzazione, isolando prima i concetti principali, poi i dettagli e incoraggiando lo studente a ripetere a intervalli e ad alta voce. 

 

Motivazione allo studio: perché è importante

 

Motivare uno studente allo studio è molto importante. Perché? Perché la motivazione gioca un ruolo chiave nell’apprendimento e, in generale, nell’assolvere un compito che ci è stato assegnato. La motivazione, inoltre:

  • Affina le competenze acquisite 🚀
  • Accresce l’autostima 💪
  • Aumenta la soddisfazione 😊

La motivazione ha la stessa importanza di un buon metodo di studio, infatti è dall’unione di questi due elementi che si può trarre il massimo beneficio e imparare con efficacia. Ma come si fa a motivare uno studente? Ecco 3 consigli per te:

Creare un buon metodo di studio

Molto spesso gli studenti non hanno voglia di studiare perché non sanno come farlo. Ecco che il metodo di studio, di cui abbiamo tanto parlato all’inizio, ha un ruolo importante nella sfera motivazionale. Semplicemente perché sapere come fare una cosa è un primo passo per farla. 

Fare approfondimenti e raccontarli con passione 

In questo caso, quello che ti viene richiesto è saper coinvolgere lo studente. Puoi raccontargli un aneddoto? O puoi estrapolare una leggenda, magari assegnando allo studente il compito di fare una ricerca su eventuali particolari degni di nota? Cerca di non essere formale e, se puoi, usa dei modi e un linguaggio vicini a lui.

Studiare insieme ad altri 

Se lo studente fatica tanto a trovare stimoli, potresti incoraggiarlo a studiare con qualcuno con cui pensa che potrebbe trovarsi bene. Il gruppo favorisce il confronto, l'impegno, una sana competizione e potrebbe essere proprio ciò di cui ha bisogno.

Prenota una sessione di ripetizioni private gratuita

Prenota ora