ALTRI CONSIGLI, TREND EDUCATIVI

Come studiare meglio con la Tecnica Pomodoro

Capitoli

  1. Che cos’è la Tecnica Pomodoro 
  2. Come funziona la Tecnica Pomodoro
  3. Il Metodo Pomodoro per lo studio?
  4. Tecnica del Pomodoro app
  5. Compiti delle vacanze con la Tecnica Pomodoro

 

Vedere tuo figlio studiare per più di 15 minuti ti sembra un’utopia? Nell’era di internet e dei social network mantenere la concentrazione a lungo è un dramma sia per i ragazzi che per gli adulti, ecco perché aiutarsi con alcune tecniche consolidate può essere una buona idea.

 

Come studiare con Tecnica Pomodoro libro in faccia

 

Che cos’è la Tecnica Pomodoro?

La Tecnica Pomodoro 🍅 è un metodo per aiutare studenti e lavoratori ad aumentare la propria produttività. È stata inventata da uno studente italiano di nome Francesco Cirillo e si chiama così perché il signor Cirillo ha utilizzato proprio un timer da cucina a forma di Pomodoro per idearla. Gli ortaggi quindi c’entrano poco, c’entra invece la gestione del tempo.

 

Questa tecnica alterna momenti di lavoro intenso a momenti di riposo, altrettanto importanti quando si vuole essere produttivi. A volte infatti si crede che per ottenere di più sia necessario lavorare per lunghi periodi non-stop, mentre questo si rivela spesso controproducente perché inevitabilmente la nostra concentrazione va a scemare e così iniziamo a distrarci con ogni cosa e a perdere tempo.

 

Come funziona la Tecnica Pomodoro

È molto semplice: innanzitutto si stila una lista degli obiettivi di studio per la giornata e poi si imposta un timer in questo modo:

 

  • 25 minuti di lavoro senza interruzioni
  • 5 minuti di pausa
  • ripetere questo meccanismo per 4 volte
  • concedersi una pausa più lunga (25/30 minuti)

 

Ogni volta che si finisce un Pomodoro (25 minuti) si segna il punto dove si è arrivati a studiare e si cancellano dalla lista gli argomenti completati.

 

Il Metodo Pomodoro per lo studio?

Ora ti starai chiedendo se questo metodo può essere davvero efficace con tuo figlio. Certo, ogni ragazzo ha bisogno di trovare (a volte addirittura inventare!) il proprio metodo di studio,

 

non esiste purtroppo un sistema valido per tutti (anche se sarebbe un gran sollievo, diciamocelo 😅). Alcuni miei studenti si concentrano molto bene usando una musica di sottofondo, altri studiando all’aria aperta, insomma, bisogna sperimentare.

 

Intanto però vediamo quali sono i benefici della Tecnica Pomodoro applicata allo studio:

 

🤯 Meno ansia

È facile farsi prendere dall’ansia di avere poco tempo, soprattutto se tuo figlio si sta preparando a degli esami o se le pagine da studiare per le vacanze sembrano interminabili. Il fatto di stilare una lista all’inizio del tempo di studio e gradualmente cancellare gli argomenti completati alla fine di ogni Pomodoro, rende più visibili i progressi fatti e mantiene alta la motivazione.

 

📒Più organizzazione

Certamente questa tecnica è un buon inizio per introdurre tuo figlio all’argomento del time management (ovvero la gestione del tempo), una delle soft skill più richieste nel mondo del lavoro.

 

⏳ Minore perdita di tempo

Il fatto di avere un timer che misura costantemente i minuti aiuta a rendersi conto di tutti i momenti di distrazione e perdita di tempo (e ce ne sono tanti 😕). Così possiamo evitare che le giornate passino senza aver combinato niente!

 

Tecnica Pomodoro app

La Tecnica Pomodoro è talmente diffusa che esistono varie applicazioni per cellulare o desktop che aiutano con la misurazione del tempo e la gestione delle pause (ma se preferisci un approccio low tech puoi sempre usare il buon vecchio timer da cucina 😁).

 

💻 App per desktop

Focus-to-do

Focus Booster

Marinara

 

📱 App per cellulare (Android)

Focus-to-do

Pomodoro Timer

Work and Rest Pomodoro Timer

 

Compiti delle vacanze con la Tecnica Pomodoro

Se la Tecnica Pomodoro ti ha convinto/a e vuoi provarla con tuo figlio durante i compiti delle vacanze, continua a leggere per dei consigli extra.

 

🎵 Aiutati con la musica

Se l’idea dell’app non ti convince perché non vuoi rischiare che la vicinanza ad un dispositivo tecnologico distragga ulteriormente tuo figlio, sappi che ci sono playlist su Youtube o Spotify che hanno la stessa funzione: sono strutturate con tracce da 25 minuti di musica rilassante seguite da 5 minuti di pausa. In questo modo il computer può stare anche in un’altra stanza e non c’è bisogno di spegnere o riavviare nessun timer. Per trovare le playlist ti basta cercare “Pomodoro technique” su Spotify o Youtube.

 

🤸‍♀️ Sii flessibile

Ok, il metodo dice 25 minuti, ma non è necessario applicarlo alla lettera. Se noti che tuo figlio inizialmente proprio non ce la fa a restare concentrato per tutto quel tempo, o se invece lo scattare del timer disturba il suo flusso di lavoro, sentiti libero/a di modificare un po’ i tempi. Attenzione solo a non allungare troppo le pause, altrimenti rischi di ricadere nel vortice della procrastinazione.

 

⛔️ Decidete cosa fare nella “pausa lunga”

D’estate è particolarmente difficile restare concentrati, tra caldo, eventi, amici che gli chiedono di uscire… perciò, decidete in anticipo che cosa fare in quella pausa da 30 minuti, che sia un giro con gli amici, un tuffo in piscina o un’uscita al parco. Così avrà qualcosa che lo motiva a finire i compiti più in fretta.

 

Voilà, ora hai tutte le informazioni che ti servono per applicare la Tecnica Pomodoro. Tieni presente però che l’organizzazione del tempo non è tutto, un’altra componente fondamentale è strutturare un piano di studio su misura per tuo figlio. In questo possono aiutarti gli insegnanti di GoStudent, prenota una lezione di prova e fai decollare la carriera scolastica di tuo figlio!

Consigli degli esperti

Aiutiamo gli studenti ad imparare, non solo ad alzare i voti.

Guida motivazionale gratuita per genitori.

Scarica ora