COMPORTAMENTO, ALTRI CONSIGLI

Mia figlia non ha l’amica del cuore

Capitoli

  1. Mia figlia non ha l’amica del cuore 
  2. Mia figlia non ha amici: cose da considerare
  3. Perché escludono mia figlia?


Tua figlia non ha l’amica del cuore, e questo ti preoccupa. 🧡 Magari ripensi a te quando avevi la sua età e ricordi quanto era importante il rapporto con la tua migliore amica. Preoccuparsi è normale: ogni genitore vorrebbe vedere i figli circondati da amici, popolari e fluidi nelle relazioni sociali. La preoccupazione, però, non è sempre motivata e in ogni caso va gestita in modo che non diventi un peso per i figli.

Tentare in tutti i modi di trovare una migliore amica per tua figlia- magari mobilitando amici, vicini di casa e mamme della classe - non è la cosa migliore da fare. ❌ Il tuo ruolo, come genitore, è invece quello di supportare tua figlia, aiutarla a migliorare le sue competenze relazionali e la sua autostima. E mostrarti fiducioso che saprà trovare dei buoni amici quando ne sentirà il bisogno. Vediamo meglio. 

mia-figlia-non-ha-amica-del-cuore

Mia figlia non ha l’amica del cuore 

 

Tua figlia non ha l’amica del cuore. E questo è un problema per te. Ma sei sicuro che lo sia anche per tua figlia? 🤔 Magari ti preoccupi inutilmente, perché tua figlia non sente l’esigenza di un’amica del cuore. Certo, la socializzazione è importante per bambini e ragazzi, ma i bambini sono diversi e non tutti hanno bisogno di un’amica del cuore. 

Magari tua figlia di amiche ne ha diverse, nessuna che sia una best friend forever, ma le va bene così. Prima di preoccuparti, prova a parlare con tua figlia per capire se è serena e come vanno i suoi rapporti con le amiche. Parlare con i bambini non è sempre facile, lo sappiamo. Ecco i nostri consigli su come far parlare i bambini e - ancora più difficile - come parlare con figli adolescenti.  

Il legame che si stabilisce con l’amica del cuore, tra l’altro, non è sempre un legame positivo e utile per la crescita. 🤓 Succede che il rapporto con l’amica del cuore diventi un legame esclusivo, basato sulla dipendenza reciproca e che porti a gelosie esagerate. “Noi siamo amiche del cuore, quindi devi stare sempre e solo con me”. Che dell’amica del cuore si possa - o addirittura si debba - fare a meno è già politica esplicita in alcune scuole in Gran Bretagna e negli USA, per esempio. (Un esempio illustre, è quello della scuola frequentata dalla principessa Charlotte a Londra, dove si preferisce che i bambini non creino coppie di migliori amici). 

Anche secondo alcuni psicologi, il rapporto tra amiche del cuore non è per forza necessario o utile. Forse per tua figlia funziona meglio il modello “diverse buone amiche”, invece che “best friend forever" ? 😊 

 

Mia figlia non ha amici: cose da considerare

 

A volte però il problema non è la mancanza di una migliore amica, ma la mancanza di amici in generale. Se ti rendi conto che tua figlia o tuo figlio sono un po’ soli o vengono esclusi, il problema è diverso naturalmente. Anche in questo caso, la cosa importante è parlare con tua figlia o tuo figlio per capire se soffre della situazione, o se magari è un momento in cui hai bisogno di passare più tempo da sola. Ecco alcune cose da considerare e consigli utili. 

✅ Mostra sempre di avere fiducia in tua figlia. Non intervenire a gamba tesa nella sua vita sociale, creando a tutti i costi occasioni di socializzazione con i coetanei. I ragazzi devono imparare da soli a socializzare. Anche se a volte farsi degli amici non è facile o si sentono esclusi, questo è un percorso che devono affrontare da soli, non puoi sostituirti a loro. 

✅ Anche un amico può bastare. Alcuni bambini e ragazzi non hanno bisogno di avere intorno tanti amici o di essere i più popolari della classe, ma si trovano bene in piccoli gruppi o con pochi amici. 

✅ I ragazzi sono pieni di risorse e trovano meccanismi per compensare. Se tua figlia in questo momento non ha amici, può essere comunque serena perché trova soddisfazione in altro. Nello studio, per esempio, o nello sport, nei rapporti familiari, nella stima di professori e istruttori. 

✅ Apriti anche tu alla socialità: così sarai di esempio a tuo figlio e potrai creare intorno alla tua famiglia una rete sociale che sarà, indirettamente, di aiuto anche ai tuoi figli

Leggi qui altri consigli importanti su 👉 come aiutare i figli a socializzare.

 

Perché escludono mia figlia?

 

I ragazzi devono fare da soli quando si tratta di socializzare. Un po’ come quando vuoi aiutare i tuoi figli studiare: il tuo ruolo come genitore non è quello di fare i compiti al posto loro, ma di supportarli. Quindi, puoi aiutare tua figlia a migliorare le sue competenze relazionali

Come? Se tua figlia si autoesclude perché si sente insicuri o non sa gestire un rifiuto, puoi aiutarla a migliorare l’autostima. 💪 O magari tua figlia è un po’ esclusa perché si pone in modo sbagliato con i coetanei? Alcuni bambini non accettano di perdere, non condividono i giocattoli oppure vogliono decidere sempre a cosa si gioca. Nel caso di ragazzi più grandi, possono non essere abituati al confronto pacato con i coetanei o non sapere ascoltare le ragioni e le richieste degli altri.

La capacità di leggere le emozioni degli altri (intelligenza emotiva) è di grande aiuto per costruire amicizie e, in generale, per socializzare. Anche in questo caso, si tratta di una capacità che può essere allenata. Qui trovi i nostri consigli su come migliorare l’intelligenza emotiva nei bambini e ragazzi, e come gestire la rabbia nei ragazzi. 🤩

A volte un genitore empatico non basta e i ragazzi hanno bisogno di un aiuto in più: se ti sembra che tuo figlio soffra la solitudine o si senta escluso da tutti i coetanei, prova a proporre di fare due chiacchiere con uno psicologo. Presenta la cosa come un’opportunità per chiarirsi le idee con un esperto che può aiutarlo a sentirsi meglio. Crescere non è facile, e a volte si ha bisogno di un po’ di aiuto per capire meglio cosa sta succedendo.

Prenota una sessione di ripetizioni private gratuita

Prenota ora