ALTRI CONSIGLI

Quale è la postura corretta per studiare?

Capitoli

  1. Come capire se tuo figlio ha una postura scorretta 
  2. Quali sono le conseguenze di una postura scorretta?
  3. Qual è la postura corretta al pc?
  4. La luce ideale per studiare

Se tuo figlio ha spesso mal di schiena, mal di testa o occhi affaticati, potrebbe dipendere dal modo in cui sta seduto mentre fa i compiti. In questo articolo troverai una utile guida per stare alla scrivania comodamente e studiare alla grande. 

quale_e_la_postura_corretta_per_studiare_scrivania

L’ ambiente dove si studia, la cameretta o l’angolo studio in salotto è spesso dato per scontato, come se non potessero esserci alternative o migliorie da apportare. 🙈 In realtà invece le caratteristiche del luogo dove si affrontano i compiti a casa e le lunghe ore davanti al computer influiscono profondamente sulle prestazioni di uno studente o di un lavoratore in smart working. 🧑‍💼

Assumere la postura corretta permette di rimanere concentrati più a lungo ed evitare di affaticare eccessivamente gli arti. Inoltre un impiego corretto ed efficiente dell’illuminazione, ad esempio, può alleviare gli occhi durante pesanti ore di studio e facilitare nella lettura dello schermo del computer.


La maggior parte degli studenti, di solito, appoggia il libro 📚 sul tavolo o sulla scrivania e quindi, per leggere, tende a stare con la schiena e la testa leggermente inclinata in avanti. Questa posizione è innaturale e faticosa da mantenere perché il nostro corpo è fatto per stare in asse, con il busto e la testa dritti. Nel momento in cui ci si sporge in avanti per leggere, la testa non è in asse e i muscoli si devono sforzare di reggerla. La testa infatti ha un peso 🧠 e tenere i muscoli tesi, anche senza accorgersene, è faticoso e stanca più rapidamente.


1. Come capire se tuo figlio ha una postura scorretta

Quale è la posizione migliore per studiare? Non è sicuramente studiare a letto, sul divano, 🛋️ sulla poltrona, distesi per terra o da qualsiasi altro posto che non sia una scrivania solida, mentre si mantiene una posizione composta, con la schiena dritta e si sta seduti su una sedia confortevole, senza affondare troppo.


La postura e il modo in cui ci si siede sono elementi fondamentali perché influenzano la lettura, l’insorgere della sonnolenza 😪 e ovviamente la comprensione e l’attenzione. Tuo figlio ti sembra deconcentrato e fa fatica a leggere? Controlla se ha alcune di queste abitudini scorrette. 🤓

  • studia stando in ginocchio sulla sedia, con le gambe incrociate o con una gamba piegata al di sotto dell’altra;
  • studia con la schiena piegata in avanti e gli occhi 👀 molto vicini al testo, che potrebbe essere un segnale per riconoscere un disturbo della vista;
  • sta inclinato da un lato, con braccio e mano a sorreggere la testa, appoggiando la mano sulla testa, come se quello che sta studiando sia noiosissimo.



2. Quali sono le conseguenze di una postura scorretta?

 

Ovviamente quando si fanno i compiti o si sta davanti allo schermo di un computer 💻 è necessario mettersi sulla scrivania o sul tavolo con la schiena dritta sulla sedia ed i piedi ben piantati a terra. 👣


Molti studenti manifestano i sintomi della postura scorretta, che possono coinvolgere diverse parti del corpo e includono:

  • mal di testa e vertigini;
  • dolori dentali o denti non allineati;
  • torcicollo;
  • calo della vista;
  • problemi circolatori e senso di stanchezza agli arti inferiori.



3. Qual è la postura corretta al pc?

La postura corretta per studiare ma anche per chi lavora molto in ufficio alla scrivania 🖥️ è stare seduti con la schiena dritta e le spalle rilassate verso il basso. La sedia per una postura corretta 🪑 ha uno schienale comodo che risulta essere un ottimo supporto alla posizione seduta e, in alcuni casi, potrebbero essere utili anche dei cuscini ergonomici da posizionare nella zona lombare per dare sostegno alle naturali curve della schiena.


Quando tu o tuo figlio siete alla scrivania per studiare o stare al computer:

  • organizzate la vostra postazione in modo che la scrivania e la sedia vi permettano di sedere con le gambe piegate a 90° e i piedi ben appoggiati sul pavimento;
  • regolate l’altezza dello schienale, a seconda della vostra altezza;
  • inclinate lo schermo del pc a seconda delle vostre necessità;
  • non incrociate le gambe;
  • mantenete le spalle rilassate e la testa ben dritta;
  • quando leggete, inclinate il busto leggermente in avanti, a livello delle anche, mantenendo gli avambracci ben poggiati sulla scrivania;
  • fate delle pause e praticate degli esercizi contro il mal di schiena, anche gli occhi ne trarranno beneficio.



4. La luce ideale per studiare

La luce perfetta per studiare o lavorare è la luce naturale ☀️ quindi cerca di orientare il tavolo o la scrivania vicino alla finestra per sfruttarla al massimo. Se non è possibile utilizzare la luce del sole, avrai bisogno di una lampada da scrivania con un braccio estensibile, che sia concentrata sul tuo piano di lavoro. Cerca di mettere una lampadina che richiami il più possibile la luce naturale, come ad esempio una lampadina gialla o a luce calda, 💡 che permette di avere un’illuminazione simile a quella naturale e non affatica l’occhio.


Che direzione deve avere la luce? La lampada da tavolo o la finestra devono essere poste dal lato opposto rispetto alla mano che scrive, così da non creare ombra su ciò che si sta scrivendo o leggendo. Quindi se scrivi o sottolinei un testo con la mano destra, fai in modo che la luce arrivi da sinistra, se sei mancino viceversa. ✍️


Se invece utilizzi il computer per studiare o lavorare da casa, ricordati di regolare la luminosità dello schermo, che deve coincidere il più possibile con quella dell’ambiente esterno. Se infatti la luminosità è sbagliata, rischia di affaticare gli occhi 👁️ e farti perdere la concentrazione.

Consigli degli esperti

Aiutiamo gli studenti ad imparare, non solo ad alzare i voti.

Guida motivazionale gratuita per genitori.

Scarica ora