ESSERE GENITORI

Corso di sopravvivenza per genitori ed insegnanti

Capitoli

  1. I canali più diffusi per la comunicazione genitori-insegnanti
  2. 5 modi per migliorare la comunicazione genitori-insegnanti

La comunicazione è una parte essenziale di ogni relazione. Quindi, quando si tratta dell’insegnante di tuo figlio è fondamentale instaurare un buon rapporto. Come chiunque altro, gli insegnanti hanno il loro mezzo preferito per comunicare con i genitori degli studenti. In genere, i canali per la comunicazione scuola-famiglia vengono indicati durante il primo incontro di apertura dell’anno scolastico. 

Quasi sempre si usa il registro elettronico, ma non è tutto. Esistono altri modi, più rapidi e, se vogliamo, personali, per mettere l’insegnante direttamente in contatto con i genitori. Ecco quali sono.

teacher_parent

I canali più diffusi per la comunicazione genitori-insegnanti🧑🏫

 

👉  I siti web delle scuole (in quelli più dinamici c’è anche un blog)

👉  Direttamente tramite email, messaggi o telefonate (a volte mediati dal rappresentante di classe)

👉 Brevi comunicazioni sul diario di tuo figlio o sui quaderni con i compiti

👉  Social media e contenuti YouTube

👉  La newsletter dell’istituto scolastico 

Le riunioni di classe o i colloqui individuali con gli insegnanti sono sempre molto attesi dai genitori. Alla riunione di classe si ottengono informazioni importanti sul programma e sulle regole da seguire per tutto l’anno scolastico. Ai colloqui individuali, invece, l’accento viene messo sul comportamento e sul rendimento scolastico dei figli. Ed è proprio in questi incontri che possono sorgere delle incomprensioni o situazioni di conflittualità.

Cosa fare se queste riunioni non vanno proprio alla grande, quando si è in contrasto con l’offerta didattica della scuola o quando la comunicazione con l’insegnante semplicemente non esiste?

 

5 modi per migliorare la comunicazione genitori-insegnanti

 


Non partire con i pregiudizi 🤔

 

Uno degli errori che tutti gli esseri umani tendono a fare è trarre delle conclusioni senza davvero conoscere i fatti. I pregiudizi non sono mai positivi, perché portano con sé una buona dose di incomprensioni.

Se ti trovi in una situazione in cui un insegnante allude, per esempio, alle difficoltà di apprendimento dei tuoi figli o al mancato coinvolgimento della famiglia, prendi subito un appuntamento per chiarire le cose.

Lo stesso vale per te: se pensi che l’insegnante abbia fatto o non abbia fatto qualcosa non saltare alle conclusioni. Cerca invece di fare uno sforzo per risolvere la situazione.

 

Fai sapere agli insegnanti in che modo preferisci comunicare 💌

 

Non sempre i genitori sono coinvolti nelle vite dei propri figli come vorrebbero, e non per mancanza di interesse o tempo, ma perché non hanno gli strumenti.

Gli insegnanti con esperienza lo sanno e comprendono la situazione. Se chiedi un canale di comunicazione che sia adatto alle tue capacità, gli insegnanti ne terranno conto e cercheranno di venirti incontro.

Preferisci un avviso tramite email oppure è meglio interagire tramite il diario o il quaderno di tuo figlio? È più facile chiedere un incontro con l’insegnante al momento del bisogno o scambiare due parole all’uscita di scuola?

Cerca di capire qual è il modo più agevole per te, prima di fare una richiesta specifica. Per gli insegnanti è utile capire qual è il modo più efficace per comunicare con i genitori, senza dover perdere tempo con strumenti che alla fine non funzionano.


Chiedi consiglio 🙋

 

Alcuni genitori non riescono, o addirittura non vogliono, accettare il fatto che gli insegnanti conoscano degli aspetti dei figli che essi stessi ignorano. Ciò che voglio dire è che i tuoi figli passano a scuola metà della giornata, insieme ai compagni e agli insegnanti.

Un comportamento sbagliato non nasce solo da situazioni legate alla famiglia, ma potrebbe essere acquisito giocando in giardino o in classe. Se c’è qualcosa di diverso nel comportamento e nell’attitudine di tuo figlio quando torna a casa da scuola, non esitare a parlarne con gli insegnanti e a chiedere loro consiglio.

Buona parte della preparazione sull’educazione formale consiste nell’imparare a comprendere la psicologia infantile. Queste competenze, insieme alla conoscenza approfondita che l’insegnante ha degli alunni in classe, rendono l’insegnante la figura più indicata per dare consigli ai genitori in difficoltà. Dal canto tuo, cerca di aprirti e diventare una cassa di risonanza per gli insegnanti di tuo figlio.

 
Non prenderla sul personale e riconosci i tuoi errori 🙅

 

Ricordati che siete una squadra: tu e gli insegnanti avete a cuore gli interessi di tuo figlio. Tieni a mente questo punto quando ci sono delle incomprensioni su come gestire una situazione con tuo figlio, di qualunque cosa si tratti.

Non reagire, quando alcune cose che ti vengono dette potrebbero offenderti. Preparati ad ascoltare e a rispondere in modo appropriato e, cosa più importante, non prenderla sul personale perché rischi solo di creare tensioni e distogliere l’attenzione da ciò che conta di più: tuo figlio.

 
Prendi l’iniziativa🤸

 

Non startene seduto ad aspettare che i problemi (o le soluzioni) si manifestino. Ai primi segnali di difficoltà da parte di tuo figlio con i compiti, gli amici, il comportamento, mettiti in contatto con i suoi insegnanti e cerca di risolvere la situazione.

In questo modo dimostri di essere presente e aiuti gli insegnanti a offrirti supporto. Saper prendere l’iniziativa ti aiuta anche a stabilire una relazione che sarà molto utile quando incontrerai degli ostacoli.

 

 

Stabilire una sana relazione genitore-insegnante è una parte essenziale, e anche sottostimata, del successo scolastico di tuo figlio. Un altro aspetto trascurato è la possibilità che i ragazzi apprendano al di fuori della classe. Ed è qui che entrano in gioco i tutor. Dopo poche sessioni con un insegnante di GoStudent, il tuo piccolo avrà più fiducia in se stesso nello svolgimento dei compiti. 

Le lezioni individuali aiutano gli studenti a sentirsi preparati per affrontare materie che prima trovavano difficili. Prova tu stesso la nostra metodologia prenotando subito una lezione gratuita

Consigli degli esperti

Aiutiamo gli studenti ad imparare, non solo ad alzare i voti.

Guida motivazionale gratuita per genitori.

Scarica ora