ALTRI CONSIGLI

Stanchezza: rimedi della nonna

Capitoli

  1. Cosa fare in caso di stanchezza fisica e mentale
  2. I rimedi della nonna contro sonnolenza e stanchezza
  3. 5 cibi che riducono la sensazione di stanchezza
  4. Quando la stanchezza deve preoccupare?

I bambini si lamentano spesso di essere stanchi. Di solito è per semplici motivi: perché è la fine di una giornata impegnativa, perché sono rimasti svegli fino a tardi la notte prima 😪 o perché stanno cercando di evitare di fare qualcosa che non vogliono fare. Stessi possono essere i motivi per noi adulti. La stanchezza, infatti, colpisce i grandi tanto quanto i più piccoli. In questo articolo abbiamo raccolto una serie di consigli della nonna, per combattere la stanchezza in modo naturale. 🏃  

tired_kid

Cosa fare in caso di stanchezza fisica e mentale

 

La stanchezza è il primo segnale di allarme che il corpo invia per farci capire che abbiamo bisogno di una pausa. Magari grandi e piccoli devono calcolare meglio le ore di sonno di cui hanno bisogno o di organizzare una migliore routine per andare a letto presto. 😴 Se si ignorano troppo a lungo questi segnali di accumulo di stress, si possono innescare reazioni negative dando origine ad altri sintomi, tra cui forte nervosismo e crisi di pianto 😭 nei più piccoli. Quando il corpo invia segnali di stanchezza quindi il primo rimedio da mettere in pratica è riposare. 🛏️ È una cura semplice quanto efficace, al contrario, ignorare i segnali di stanchezza può essere molto dannoso. 

 

I rimedi della nonna contro sonnolenza e stanchezza

 

Oltre alla mancanza di sonno, molte volte, quando il corpo ci manda segnali di stanchezza, ci dice che l’alimentazione è carente dei giusti nutrienti. 

Alcuni alimenti che non dovrebbero mai mancare nel piano alimentare sono l’avena, gli spinaci, la frutta secca e le banane 🍌. Anche la frutta fresca è un valido aiuto contro la stanchezza, ad esempio le prugne e le albicocche; la stessa cosa vale per le castagne, 🌰 che vanno però mangiate con più moderazione, specie in caso di problemi di peso, in quanto sono particolarmente caloriche. 

È importante assicurare al corpo anche il giusto apporto di proteine ricche di ferro, come la carne di pollo e tacchino, 🍗 le uova e i legumi. 

 

5 cibi che riducono la sensazione di stanchezza

 

Stanchezza, debolezza muscolare, mancanza di energia e bisogno continuo di riposare sono chiari segnali che il corpo di adulti e bambini è sottoposto a stress e sta ancora cercando di adattarsi ad una nuova routine scolastica o lavorativa. 🙈 Per ritrovare la carica, è importante puntare sull’alimentazione, prediligendo alcuni cibi dalle proprietà energizzanti, eccone 5:

 

🥜 Noci 

 

Il loro contenuto di acidi grassi, omega 3 e magnesio le rende potenti antidepressivi e ideali per combattere i sintomi dell’indebolimento fisico e mentale. Sono ottime anche come snack di metà mattina e pomeriggio perché sono ricche di acidi grassi che aiutano il perfetto funzionamento del sistema nervoso. Inoltre, stimolano la produzione di serotonina, l’ormone della felicità e contengono magnesio, un minerale che invece tiene a bada il cattivo umore 😠 e il nervosismo. 

 

🍨 Yogurt greco 

 

Questo tipo di yogurt altamente proteico, favorisce l’assimilazione dei nutrienti, riduce il gonfiore e regolarizza il transito intestinale, combattendo quindi il senso di stanchezza dovuto a problemi di digestione. 🙊 È anche la merenda perfetta di grandi e piccoli e può essere guarnito con frutta fresca e secca. 

 

🥦 Frutta e verdura 

 

Se tuo figlio è appassionato di verdure, puoi dargli broccoli, lattuga, spinaci e tutte le verdure a foglia che contengono il triptofano, un amminoacido che agisce sul sistema nervoso aiutando a combattere stress e tensioni. Anche le arance 🍊 e le fragole 🍓 sono utilissime, grazie alla presenza di vitamina C,  per combattere il cortisolo, l’ormone dello stress, e gli improvvisi crolli di energia. Inoltre la vitamina C aiuta a combattere il raffreddore. 🤧

 

🥑 Avocado 

 

In famiglia siete amanti delle colazioni americane e dell’avocado toast? Oltre ad essere l’ingrediente perfetto per il pranzo al sacco, l’avocado aiuta la concentrazione e ci fa sentire svegli e scattanti, grazie alla tirosina, un aminoacido di cui è ricco. Anche l’avocado, assieme alle noci, contribuisce l’attività della serotonina che, oltre a renderci più felici, 🙃 protegge anche il cervello dall’invecchiamento.

 

🐟 Salmone 

 

Come dicono le nonne, il pesce rende più intelligenti. 🍣 Il pesce infatti è ricco di omega 3 e nutre il cervello 🧠 e aiuta a mantenerlo vigile e attento. Il salmone contiene tantissime vitamine del gruppo B, tra cui la B1 e la B3, che sono indispensabili per ricavare energia quindi rappresenta una buona soluzione per un pasto nutriente.

 

Quando la stanchezza deve preoccupare?

 

Quando un bambino si lamenta continuamente e la stanchezza gli impedisce di fare quelle attività che di solito gli piace fare allora potrebbe essere un segno di un problema o un primo sintomo di una condizione psicologica. Se infatti, nonostante il riposo e una corretta alimentazione, la stanchezza 😫 e la sonnolenza si protraggono nel tempo, è opportuno rivolgersi al proprio medico. 

La stanchezza può anche essere psicologica e si manifesta quando il bambino non ha voglia di giocare 🛴 o di stare in compagnia, lamenta spesso mal di testa o tende ad avere sempre sonno anche appena sveglio prima di andare a scuola, come la mattina. 🏫 Potrebbe essere semplicemente spaventato dall’affrontare alcuni impegni o faticare a gestire delle situazioni che gli provocano stress. In questo caso, la soluzione potrebbe essere il dialogo. Parla con tuo figlio per farti spiegare cosa lo preoccupa 😟 e decidete insieme come affrontare queste difficoltà. 

Consigli degli esperti

Aiutiamo gli studenti ad imparare, non solo ad alzare i voti.

Guida motivazionale gratuita per genitori.

Scarica ora