ALTRI CONSIGLI, TREND EDUCATIVI, STORIE E CONSIGLI DEI TUTOR GOSTUDENT

Insegnare a leggere con il Metodo Doman

Capitoli

  1. Che cos’è il metodo Doman?

  2. Leggere prima dei 3 anni con il metodo Doman

  3. Esercizi del metodo Doman

Qual è il momento migliore per introdurre i bambini alla lettura? Secondo Glenn Doman il prima possibile. Il dottore statunitense ha ideato un metodo che insegna ai bambini a leggere libri già a tre anni. Vuoi saperne di più? Continua a leggere. 👇

kids-reading-at-home

Che cos’è il metodo Doman?

Glenn Doman era un fisioterapista statunitense nato nel secondo decennio del ‘900. La sua specializzazione era aiutare i bambini cerebrolesi a recuperare le abilità neurologiche perse tramite particolari esercizi fisici. La riabilitazione si è rivelata così efficace che il medico ha deciso di adattare il metodo anche a bambini normodotati per migliorare le loro capacità di apprendimento. In particolare, questo metodo punta ad insegnare ai bambini a leggere da soli già partendo dal primo anno di vita. 🍼

Secondo Doman insegnare a un neonato a leggere utilizzando il metodo sillabico (quello della scuola elementare) non ha alcun senso, perché per il bambino le sillabe sono un concetto astratto. Il metodo Doman quindi prende come riferimento l’intera parola e la associa a elementi reali presenti nella vita di tutti i giorni. Il bambino parte da qualcosa che conosce già, come la mamma ad esempio, e lo collega alla parola scritta “mamma”. In questo modo l’approccio alla lettura è molto meno astratto.

 

Leggere prima dei 3 anni con il metodo Doman

Il metodo Doman si basa sul fatto che i bambini molto piccoli hanno un grandissimo potenziale di apprendimento. Basta pensare ai bambini che nascono in famiglie bilingui e già a tre anni sanno parlare due o tre lingue diverse. 👶

Prima di passare agli esercizi veri e propri, Doman dà alcune linee guida per i genitori che vogliono testare il metodo sui propri bambini, vediamo quali sono.

 

Inizia il prima possibile

Più il bambino è piccolo più ha facilità ad imparare. Il metodo Doman può essere applicato già dal primo anno di età. Secondo Doman infatti, per un bambino non c’è differenza tra imparare a parlare e imparare a leggere, le due attività possono essere portate avanti in parallelo. 👍

 

Fermati prima che tuo figlio si stanchi

Il signor Doman nel suo libro “Leggere a tre anni” sottolinea più volte che il suo metodo non funziona se le sessioni di insegnamento non sono divertenti. Per il bambino imparare è un gioco e ogni esercizio deve essere piacevole e motivante. Ecco perché se vedi che tuo figlio non è interessato a leggere è meglio sospendere gli esercizi e riprovare in un altro momento.

 

Mostra il materiale velocemente

Il materiale di lettura va mostrato velocemente: solamente un secondo per parola. Non soffermarti troppo su di una parola e non indicare le lettere con il dito.

 

Includi sempre una nuova parola

I bambini adorano imparare e si sentono motivati da nuove sfide. Includi sempre una nuova parola in ogni sessione di gioco, anche se credi che tuo figlio non abbia ancora memorizzato bene quelle precedenti. L’emozione della novità mantiene alta l’attenzione.

 

Sii costante

Il metodo è davvero efficace se lo applichi con costanza. Cerca di praticare almeno da una a tre sessioni ogni giorno. Attento però a non forzare il bambino: ricorda che prima di tutto il piccolo deve divertirsi perciò se lo vedi stanco o annoiato interrompi subito la sessione. 🙅‍♀️

 

Esercizi del metodo Doman

Passiamo adesso al metodo vero e proprio. 🙌

Tutti gli esercizi vanno svolti due o tre volte al giorno, in brevi sessioni da massimo 10 minuti, per 5 giorni alla settimana. 

 

Leggere le parole

Per insegnare a leggere le parole, il metodo Doman usa delle schede a sfondo bianco con su scritte parole in stampatello. Il metodo consiste semplicemente nel mostrare queste schede al bambino e leggere le parole a voce alta. Si parte dalle parole che gli sono più familiari, come mamma e papà, per passare poi ai nomi di animali, le parti del corpo, eccetera.

Ogni giorno si mostrano al bambino piccoli gruppi di parole (da 5 a 10 parole) e ad ogni sessione si aggiunge una nuova parola.

Per i bambini fino ai 18 mesi di età le schede sono grandi 15 x 60 cm e su ogni scheda è presente una parola scritta in rosso e alta 12 cm.

Per i bambini più grandi le schede sono leggermente più piccole (10 x 60 cm) e le parole sono più basse (7 cm) e scritte con inchiostro nero.

 

Leggere le frasi

Una volta che tuo figlio avrà imparato vari gruppi di parole puoi aggiungere i verbi. Mostra al bambino brevi frasi di uso comune, per esempio: il cane abbaia, il papà legge, la nonna cucina. Utilizza sempre parole che il bambino può ascoltare nel suo quotidiano. Da queste brevi frasi passa poi a frasi sempre più lunghe ed elaborate.

 

Leggere una storia

In questa fase possiamo passare all’uso di libri per l’infanzia 📚. Scegli libri con scritte grandi, molte illustrazioni e storie non troppo lunghe (con un massimo di 100 parole). Leggi le storie a voce alta, pronuncia le parole in modo chiaro. Anche durante la lettura dei libri è importante mantenere alta la motivazione del bambino, quindi ricordati di renderlo un momento divertente, sia per lui che per te! 🎊 

La Rivoluzione delle ripetizioni

Consigli degli esperti

Aiutiamo gli studenti ad imparare, non solo ad alzare i voti.

Guida motivazionale gratuita per genitori.

Scarica ora