ESSERE GENITORI, ALTRI CONSIGLI

Educazione positiva: chi sono i genitori non convenzionali?

Capitoli

  1. Essere genitori non convenzionali: cosa significa?
  2. Genitori alternativi sul web
  3. 3 stili genitoriali non convenzionali da tenere sott’occhio
  4. Metodi educativi alternativi: l’educazione secondo noi

 

Se pensi che essere genitori non convenzionali significa non imporre limiti ai figli o al contrario, stabilire regole ferree da seguire, allora dovresti proprio leggere questo articolo. Scoprirai che esistono molti modi per offrire un’educazione alternativa ai tuoi figli!

 

genitori non convenzionali padre giovane con figlia

 

Essere genitori non convenzionali: cosa significa?

Essere genitori non convenzionali può indicare tutto e il contrario di tutto 😖. Sulla genitorialità sono stati prodotti molti studi e libri dalla fine dell’800 e di metodi per educare i propri figli ne sono stati creati a volontà. Se prima erano gli psicologi, i pedagoghi a dominare la scena, oggi con internet 🌐, chiunque può condividere le proprie esperienze: mamme e papà, celebrità e professionisti della comunicazione si fanno sentire.

Sembrano tutti interessati a fornire un consiglio su come diventare “genitori non convenzionali” e naturalmente, ognuno ha una propria idea su cosa voglia dire.

In generale, “non convenzionale” viene usato come sinonimo di non tradizionale. In ambito educativo, “la tradizione” è rappresentata dagli stili genitoriali individuati da Diana Baumrind:

  • Genitori autoritari – stabiliscono regole ferree, ma prestano poca attenzione ai bisogni emotivi dei figli
  • Genitori premissivi – niente regole e molto supporto
  • Genitori autorevoli – guidano i figli con regole chiare e il supporto necessario

A questi si sono aggiunti i genitori disattenti con poco controllo e supporto, e nel XXI secolo, i genitori elicottero, pronti a catapultarsi per proteggere i propri figli e offrire loro tutto ciò di cui hanno bisogno, eccetto l’autonomia!

👉 Vediamo cosa vuol dire essere genitori non convenzionali per il web!

 

Genitori alternativi sul web

Il web interpreta la genitorialità alternativa in tanti modi diversi. Abbiamo raccolto alcuni consigli che passano dall’esilarante al controproducente! Sta a te trarne le conclusioni!

 

⌛ Prendersi del tempo per sé

È naturale, utile e direi doveroso prenderci i nostri spazi come genitori. Non sempre però, questo è possibile, specie quando i bambini sono ancora piccoli. Allora, qualcuno suggerisce dei rimedi per mandare i bambini a letto presto, evitando che si alzino in continuazione: prima di andare a letto ognuno dispone di una carta jolly per potersi alzare solo una volta per bere l’acqua, chiedere una cosa…

 

📲 Essere più permissivi con i figli

Tuo figlio passa molto tempo davanti agli schermi? Secondo alcuni consigli di genitori che si trovano online, limitare il tempo di esposizione agli schermi non avrebbe effetti positivi. Tanto vale lasciare che i nostri figli si autoregolino, perché prima o poi abbandoneranno lo schermo perché si annoiano. Cosa ne pensi? 🤔

 

🤣 Sdrammatizzare

Il libro “Calmati ca**o” è un invito all’ironia e alla sdrammatizzazione scritto da David Vienna, padre di due gemelli, che interpreta il suo ruolo di genitore in un senso decisamente alternativo. L’idea è che a volte spiazzando i figli si riesca a raggiungere l’obiettivo in un modo divertente.

P.S: Il colorito invito alla calma è rivolto ai genitori!

 

💃 Essere se stessi

Alcuni figli di genitori non convenzionali condividono la propria esperienza in blog profondi. Ciò che apprezzano di più dei loro genitori è la libertà di essere se stessi, cosa che ha permesso loro di fare le proprie esperienze, commettere errori, fare le proprie scelte.

 

👄 Parlare di tutto con i figli

Dal sesso, alla finanza, dal primo appuntamento alle difficoltà scolastiche, un genitore non convenzionale può parlare di tutto con i propri. È in grado di ascoltare senza dare giudizi o cercare di imporre le proprie opinioni.

3 stili genitoriali non convenzionali da tenere sott’occhio

Altri autori prendono decisamente sul serio il proprio ruolo di genitore e svelano il segreto dell’educazione dei propri figli.

Questi sono alcuni dei modelli alternativi di genitorialità più discussi.

 

🐯 Madri tigre

L’espressione “Tiger Mother” è stata coniata da Amy Chua, professoressa di Yale che ha scritto un libro su come ha cresciuto le proprie figlie spingendole ad allontanare ogni distrazione e concentrarsi anima e corpo sullo studio, sulla musica. Tra le distrazioni erano comprese uscite con gli amici, feste e qualunque occasione sociale non inquadrata in una forma di apprendimento.

Questo metodo è stato fortemente criticato sul web, ma ha trovato uno strenuo difensore: una delle figlie di Chua, Sophia, ha spiegato che la spinta al miglioramento continuo è l’insegnamento più grande che abbia ricevuto dalla madre.

 

👨‍👦 Genitori attaccati

Diverse celebrità hanno mostrato uno spiccato attaccamento nei confronti dei figli, parlando di una genitorialità alternativa attenta al bisogno di essere accuditi. Come si manifesta questo attaccamento? Allattamento prolungato, co-sleeping, e pre-masticazione, sono tipici esempi.

Potremmo non essere d’accordo con alcune pratiche, ma l’idea di questo tipo di genitorialità è che si crea un forte legame con i figli rispondendo ai loro bisogni emotivi.

 

😃 Genitori positivi

La vera genitorialità alternativa si fonda sulla positività e sul rispetto dei diritti dei bambini. Diversi libri, come quello di Rebecca Eanes, ”Positive Parenting”, indicano la via per diventare genitori positivi:

  • Stabilire una comunicazione efficace
  • Bandire le punizioni 
  • Spingere i figli a trovare delle soluzioni

Di fronte al comportamento sbagliato del bambino, qualunque tipo di punizione, anche il fatto di mettere i figli seduti, pone l’accento sugli aspetti negativi. Ciò che dovrebbero fare i genitori è spronare i bambini a capire l’errore, porvi rimedio, spingendoli a sviluppare la capacità di risoluzione dei problemi.

 

Metodi educativi alternativi: l’educazione secondo noi

Non tutti questi metodi di educazione possono sembrarti ottimali, e di certo non siamo degli psicologi, ma come genitori, possiamo provare a farne una sintesi per trarre il meglio da ogni approccio. 

Essere genitori non convenzionali significa:

  • Spingere i figli a essere autonomi
  • Incoraggiare l’autocontrollo e l’autoriflessione
  • Prendersi cura dei loro bisogni emotivi, oltre che fisici
  • Imparare dai propri errori
  • Ascoltare e comunicare
  • Spingere i figli a dare il meglio di sé e non a essere i primi
  • Trascorre del tempo di valore per creare un legame con i figli
  • Puntare alla soluzione dei problemi non alla punizione

Essere un genitore migliore non significa essere perfetti, ma interrogarsi su ciò che è meglio per i propri figli e trovare la propria strada per crescerli al meglio.

Se hai bisogno di un supporto didattico in questo percorso, sappi che puoi contare sugli insegnanti di GoStudent. Mentre tu pensi a trascorrere del tempo di valore con i tuoi figli, loro sapranno seguirli al meglio per aiutarli a prepararsi al rientro a scuola più carichi che mai. Prenota le ripetizioni estive qui!La Rivoluzione delle ripetizioni

Prenota una sessione di ripetizioni private gratuita

Prenota ora