ALTRI CONSIGLI, TEMPO LIBERO, TREND EDUCATIVI

I benefici della lettura: 8 consigli per invogliare tuo figlio a leggere

Tempo di lettura: 10 minuti

Tuo figlio è un “topo di biblioteca”? 🐭 O, al contrario, bisogna lottare per fargli aprire un libro?

Venerdì 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, un evento patrocinato dall’Unesco che ha come scopo la promozione della lettura. Un anniversario che ci dà l’occasione per affrontare in maniera originale un tema da sempre molto sentito dai genitori: la lettura. 

“Perché mio figlio non legge?”. O ancora: “Leggere è davvero così importante?”, “Per quanto tempo ancora dovrò leggergli la favola della buonanotte?”

...Domande che ci siamo posti tutti! E in questo articolo cercheremo di trovare un po’ di risposte. Ma soprattutto, consigli pratici per stimolare la lettura in bambini e ragazzi. 📚

 

E se ve lo state ancora chiedendo… Sì, leggere è davvero importante, a qualsiasi età! I benefici della lettura sono molteplici e diversi a seconda dell’età della persona che legge. Leggere è un passatempo meraviglioso che ci può accompagnare dalla culla - e anche prima! - fino alla terza età avanzata.

Ma cosa fare se ci si ritrova con un figlio che proprio non ne vuole sapere di prendere in mano un libro? Vale la pena di insistere, e se sì quanto? Esistono metodi alternativi per far nascere in bambini e ragazzi l’amore per la lettura? 

Continua a leggere e lo scoprirai. 🤓

benefici-della-lettura

 

Letture per bambini: meglio cominciare da piccoli!

 

Il primo passo da compiere per cercare di radicare nei nostri figli l’amore per la lettura è quello di leggere per loro sin dalla più tenera età. Molto tenera, tenerissima… fin da quando sono ancora in pancia. 🤰

Va bene, la maggior parte di noi quell’occasione forse l’ha persa, ma è un’informazione di cui vale comunque la pena far tesoro (qui un interessante articolo al riguardo): ci aiuta a capire che la lettura è, anche, un’abitudine. Nello specifico, un’abitudine tipica delle persone di successo: come Bill Gates, che legge circa 50 libri all’anno e ha elaborato un suo metodo per leggere tanto e velocemente.

 

Leggere ai bambini, dunque, è qualcosa da fare assolutamente? In una parola: sì! I benefici della lettura condivisa tra mamma-papà e figlio sono numerosi:

 

✅ Stimola il desiderio del bambino di imparare a leggere

✅ Aumenta le sue capacità di attenzione

✅ Arricchisce il suo vocabolario

✅ Rende più forte la relazione figlio-genitore

✅ Stimola fantasia, immaginazione e curiosità

 

La lettura condivisa dovrebbe iniziare da subito, nei primi mesi di vita, e continuare… fin quando c’è desiderio. Non c’è niente di male se vostro figlio di 6 o 7 anni vi chiede di leggere qualche pagina ad alta voce per lui, o desidera leggere assieme un libro, magari alternandosi a voi nella lettura: non temete di inibire il suo apprendimento della lettura, è un modo per il bambino di cercare un momento di coinvolgimento emotivo con il genitore 💑

 

Lettura ad alta voce: storie per bambini, ma non solo

 

C’è una cosa molto importante da tenere presente: i bambini amano sentirci leggere perché, ascoltando le storie che gli narriamo, si emozionano. Si dà oggi ancora troppa poca importanza allo sviluppo emotivo dei bambini, e in particolare all’empatia; ma un adulto capace di stare in società - e di avere successo nella vita e nel lavoro - è una persona pienamente consapevole delle proprie emozione e di quelle altrui.

 

La lettura è un fantastico ponte verso un mondo di emozioni. Non importa se vostro figlio, ancora piccolo, non capirà tutte le parole che gli state leggendo: si emozionerà, lavorerà di fantasia, sperimenterà stati d’animo nuovi e che arricchiranno la sua conoscenza. 💗

 

Mia figlia ancora oggi, che ha 10 anni, spesso mi chiede: “Mi racconti di quella volta in cui...? ?”. Lo ammetto, non sempre ho voglia di vestire i panni del narratore, ma capisco che per lei sentire aneddoti di quando era piccola raccontati in maniera colorita è molto importante. 

 

Ecco 3 consigli per la lettura ad alta voce ai bambini più piccoli:

 

🤡 Siate divertenti!

I bambini, soprattutto quelli più piccoli, non desiderano ascoltare una specifica storia con un significato altrettanto specifico, quanto divertirsi ed emozionarsi. Quindi via libera a espressioni facciali esasperate, toni di voce carichi di emozione, gestualità ricca… insomma, divertitevi anche voi e li farete divertire!

 

🔊 Siate rumorosi

Eh sì… Sforzatevi di riprodurre suoni, voci ed effetti vari con la vostra voce! Non a caso i libri per bambini sono spesso dotati di effetti sonori e le storie per bambini sono ricche di onomatopee. Versi di animali, rumore di macchine e macchinari, suoni della natura… Sbizzarritevi e improvvisate!

 

👻 Siate coinvolgenti

Tenere alta l’attenzione del bambino è fondamentale. Come detto, lo scopo della lettura ad alta voce ai bambini più piccoli non è solo quello di trasmettere un significato, quanto quello di farli divertire e appassionare alla lettura. Dunque coinvolgeteli sempre nella lettura: fategli domande, piccoli scherzi, fate mimare anche a loro i suoni presenti nella storia. Rendete la lettura un momento piacevole, divertente e ad alto coinvolgimento. 


La Rivoluzione delle ripetizioni

 

Quali sono i benefici della lettura per bambini e ragazzi?

Ora che abbiamo visto quali sono i benefici della lettura ad alta voce ai bambini più piccoli - e al pancione - vediamo invece perché è importante stimolare l’amore per la lettura nei nostri figli una volta che diventano autonomi e sono in grado di leggere da soli. 

 

Ma prima di addentrarci nei benefici affrontiamo un interrogativo molto comune: meglio il libro cartaceo o l’e-book per bambini e ragazzi? 📖

Una risposta univoca non c’è. Molti psicologi cognitivi sostengono che la carta stampata abbia dei benefici maggiori, soprattutto per i bambini più piccoli; d’altra parte, l’e-book favorisce la lettura in mobilità ed è una bella risorsa per i lettori incalliti, divoratori di libri. 

Di sicuro, come sostiene uno studio americano, il libro tradizionale cartaceo favorisce la lettura condivisa con mamma e papà (e gli adulti in generale).

 

I device tecnologici, inoltre, possono distrarre i lettori meno appassionati: se decidete di far leggere vostro figlio in digitale, meglio allora optare per un e-book reader che svolge solo quella funzione piuttosto che per un tablet (o uno smartphone) multifunzione.

 

Digitale o cartacea, vediamo i benefici della lettura per bambini e ragazzi:

 

💓 Favorisce l’empatia attraverso l’immedesimazione nei personaggi e il coinvolgimento emotivo nelle loro storie

 

😴 È un potente antistress e concilia il buon sonno: leggere un libro prima di dormire riduce i livelli di stress e ci predispone a una sana e riposante dormita

 

🗣 Arricchisce il vocabolario dei più piccoli e dei più grandi. Leggere è il miglior modo per ampliare il proprio vocabolario e leggere ai bambini più piccoli li aiuta a partire meglio nell’apprendimento

 

📚 Amplia le conoscenze. Grazie a un buon mix tra narrativa e libri di divulgazione, chi legge può incrementare le proprie conoscenze a proprio piacimento e divertendosi. La lettura è una risorsa insostituibile per bambini plusdotati o che hanno sempre bisogni di stimoli

 

Allena il problem solving a qualsiasi età. Leggere aiuta a stimolare il pensiero logico e ad esercitare la propria capacità di problem solving, grazie al coinvolgimento in storie sempre diverse

 

👀 Migliora l’attenzione anche dei soggetti tendenti all’iperattività e di quelli che faticano a concentrarsi

 

🐲 Stimola la fantasia di grandi e piccoli: ogni libro è un mondo a sé e tramite la lettura si possono aprire infinite porte verso universi fantastici!


dia-del-libro

Libri per ragazzi: 8 consigli per invogliarli alla lettura

 

Ci siamo convinti - se già non lo eravamo - che i benefici della lettura sono enormi, per bambini e ragazzi di qualsiasi età (e anche per noi genitori, non dimentichiamolo!).

Bene dunque adesso viene il bello: come fare a far leggere i nostri figli? Riusciremo mai a vederli con un libro in mano invece che con il controller della Playstation? 🎮

 

Certamente! Basta farli approcciare alla lettura nella maniera giusta. Ricordandosi anche che ogni bambino è diverso e che, esattamente come avviene per noi adulti, ci saranno quelli che ameranno di più leggere rispetto agli altri. L’importante è non forzare mai nessuno a leggere controvoglia. Non c’è modo migliore per farlo scappare a gambe levate davanti a un libro. 👎

 

🚫 Fai in modo che per tuo figlio leggere non sia solo un dovere scolastico. Certo, studiare contempla la necessità di leggere tanti libri, tra quelli di testo e quelli di approfondimento; non tutti saranno graditi, l’importante è che tu riesca a far sì che tuo figlio abbia tempo e modo di leggere anche ciò che gli piace.

 

💂 Non trasformarti in un poliziotto della lettura! Non obbligarlo mai a leggere nel suo tempo libero. Anche se ti sembra che sia arrivata l’età giusta per prendere in mano un libro di narrativa, lascia che si avvicini alla lettura con i suoi tempi. Leggere deve rimanere un piacere, di obblighi ce ne sono già parecchi legati alla scuola.

 

📗 Andate insieme in biblioteca e in libreria. La biblioteca può anche diventare un appuntamento settimanale, così da favorire l’instaurarsi di una abitudine alla lettura. Non sottovalutare nemmeno le “gite” in libreria: soprattutto se non abiti in una grande città, non perdere occasione di portare tuo figlio in una grande libreria ogni tanto, potrà scoprire tanti volumi che stimoleranno la sua voglia di leggere.

 

💳  Rendilo autonomo facendogli fare una sua tessera personale in biblioteca. Anche i più piccoli possono avere la propria tessera, che inizialmente verrà gestita dal genitore. Una tessera personale aiuta a il bambino/ragazzo a creare un rapporto suo e personalizzato con la lettura e gli fa percepire la lettura come un momento di autonomia e indipendenza. Per i più grandi, si può pensare a un budget mensile dedicato ai libri da amministrare in autonomia.

 

🕰 Fissa un tempo per la lettura. Può essere un appuntamento quotidiano (ogni giorno prima di dormire, ad esempio) o con frequenza diversa, ciò che conta è che tuo figlio sappia che c’è un momento dedicato alla lettura e che è importante osservarlo. Dai il buon esempio: i più piccoli - e non solo - imparano per imitazione, se tuo figlio ti vedrà rilassato e piacevolmente “perso” nel tuo mondo mentre leggi sul divano, vorrà fare lo stesso!

 

👥 Aiutalo a creare un “book club”: può scambiarsi consigli di lettura e anche libri con gli amici, facendolo diventare un appuntamento regolare. Condividere la passione per una saga o un personaggio con i propri pari è un grosso stimolo a leggere e a trovare autonomia nella lettura.

 

👪 Leggi assieme a lui se te lo chiede e fallo ad alta voce. Anche noi adulti a volte sentiamo il desiderio di leggere un passaggio di un libro che ci ha particolarmente colpiti al nostro partner, o a un amico. Stimola tuo figlio a fare lo stesso: chiedigli di leggerti una pagina che gli è molto piaciuta e non tirarti indietro se ti propone di leggere assieme il suo libro preferito!

 

👦 Consigliagli qualche titolo ma lascialo scegliere: puoi non condividere le sue scelte, puoi consigliarlo e anche orientarlo verso un filone narrativo o un tipo di libro che sai che potrebbe piacergli, ma l’ultima parola… spetta a lui! Soprattutto se sta muovendo i primi passi nella lettura. Sarà lui, anche sbagliando, a capire cosa desidera davvero leggere.



Libri da leggere assolutamente: qualche spunto!

 

Dopo tutto questo parlare di autonomia e indipendenza sarebbe poco logico fornire un elenco di libri da leggere assolutamente che non possono mancare nella biblioteca di tuo figlio, però… se non sai da che parte cominciare, qualche consiglio noi di GoStudent ce l’abbiamo!

 

Innanzitutto, il classico non sbaglia (quasi) mai: libri per ragazzi che hanno avuto un successo planetario, come la saga di Harry Potter, sono sempre un buon punto da cui partire. Puoi anche pensare ai libri che ti hanno appassionato nella tua infanzia: certi bestseller sono davvero senza tempo e in grado di intrattenere i lettori di oggi così come hanno fatto con quelli di anni e anni fa. Inoltre, per i più piccoli, esistono anche “rivisitazioni” dei grandi classici a opera di personaggi a loro cari come Geronimo Stilton, una buona idea per avvicinarsi e appassionarsi alla narrativa.

 

Infine, il consiglio degli esperti è sempre molto utile: il personale della biblioteca, gli impiegati della libreria e anche i tutor di GoStudent, che sono preparati per individuare e progettare le strategie migliori per tirare fuori il meglio da ogni studente. Prenota una lezione di prova con i nostri tutor e sperimenta in prima persona i vantaggi di questo metodo di insegnamento rivoluzionario. 

Consigli degli esperti

Aiutiamo gli studenti ad imparare, non solo ad alzare i voti.

Guida motivazionale gratuita per genitori.

Scarica ora