STORIE, COSA FACCIAMO

Intervista a Laura Warnier, Responsabile della crescita per GoStudent

Nelle Storie di GoStudent raccontiamo esperienze vere. In questa intervista parleremo con Laura Warnier, responsabile della crescita per GoStudent. Segui questo approfondimento per entrare nel mondo di GoStudent.

Dal lavoro a Google alla scelta di plasmare il futuro di GoStudent. In questa intervista personale, scopri il percorso lavorativo di Laura Warnier e ciò che ha imparato dalla sua esperienza nel settore vendita, marketing e sviluppo.

Con dei genitori orientati verso il mondo del lavoro – un padre imprenditore e una madre dirigente scolastico – sembra che Laura fosse destinata ad approdare a GoStudent, una edtech dalla crescita esponenziale. Dal 2018 Laura fa parte dell’azienda creata nel 2018 ed è stata la sua seconda impiegata a tempo pieno in qualità di Responsabile vendite e marketing. Laura è stata essenziale nell’aiutare GoStudent a raggiungere l’obiettivo di diventare la prima scuola globale. Ha contribuito a far espandere l’azienda in oltre 22 paesi e ad assumere oltre 1.000 talenti in 18 sedi (dati novembre 2021).

Cosa hai studiato e dove?

Sono nata e cresciuta in Belgio e per lo più ho studiato lì. Tuttavia, dopo aver scelto di fare l’Erasmus nel Regno Unito e aver vissuto i benefici culturali di studiare all’estero, ho deciso di iscrivermi alla laurea specialistica in Gestione internazionale (CEMS), che mi ha permesso di studiare a Barcellona e Copenaghen e fare un tirocinio a Berlino.


Come hai ottenuto il tuo primo lavoro presso Google dopo la laurea?

A dire il vero non è stato voluto. Mi hanno contattato tramite il mio Master. Diciamo la verità: quando Google ti manda un’offerta di lavoro non puoi dire di no! Per questo motivo mi sono trasferita a Dublino dopo la laurea e ho continuato a coltivare il mio interesse e le mie competenze nell’ambito della vendita in qualità di Account manager per la Francia per tre anni.


Cosa ti ha portato a lasciare Dublino per l’Austria?

Dopo l’esperienza con Google ho voluto lanciarmi una nuova sfida in un altro paese, l’Austria. Dato che non sono di madrelingua tedesca, all’inizio è stato difficile trovare una posizione a cui candidarmi, ma questo non mi ha fermata! Ho ottenuto un lavoro nel settore telecomunicazioni prima di avviare il settore performance marketing a pagamento per un’agenzia pubblicitaria internazionale.


Nel 2018 sei stata assunta da GoStudent come Responsabile vendite e marketing. Di cosa ti occupi?

All’inizio sono stata attivamente impegnata nell’assunzione del personale e nel creare un team in grado di lavorare insieme. Un altro aspetto centrale del mio lavoro è stato progettare e impostare tutti i processi di marketing e vendita che ci avrebbero permesso di crescere. Una volta realizzata la struttura, ho rivolto la mia attenzione all’espansione all’estero, a partire dalla Francia. Dato che il francese è la mia lingua madre e considerato che la Francia è il più grande mercato delle ripetizioni private in Europa, aveva senso partire da lì.

Facendo leva sulle lezioni apprese durante i primi sforzi di espansione di GoStudent, ho creato un programma per l’espansione internazionale che finora è stato un elemento chiave per il successo dell’azienda. Quest’estate GoStudent si è estesa fuori dall’Europa, approdando in Canada, Brasile, Cile, Colombia e Messico. Il mio ruolo è cresciuto insieme all’azienda. Come Responsabile della crescita mi occupo di partenariati, marketing, espansione internazionale e rimozione delle barriere, favorendo la collaborazione tra i dipartimenti per promuovere la crescita.

Sei un’appassionata di danza e hai praticato quest’arte per anni. Ci sono dei collegamenti tra la danza e la tua vita lavorativa?

Assolutamente sì. Praticare qualunque attività ad alti livelli richiede passione, impegno, disciplina e un sano divertimento in quello che si fa. In entrambi i casi, nella danza e nel lavoro, sono motivata non solo perché amo ciò che faccio, ma anche perché sono sempre alla ricerca di un modo per migliorare! Se le cose si complicano non mi arrendo; al contrario, continuo a insistere e a provare fino a che non acquisisco la padronanza di una competenza o un passaggio. Questa capacità di resilienza è ciò che fa la differenza sul palco e sul posto di lavoro. Questo è il modo per avere successo.

Posso fare un altro parallelo sulla sincronicità. Quando ti esibisci sul palco è importante comunicare, coordinarti con gli altri ed essere un membro della squadra. Questo vale anche nel mondo del lavoro. Per garantire il successo di un’azienda bisogna essere sicuri che tutti lavorino insieme e che condividano la visione e la mission aziendale. In qualità di leader di un’azienda, è compito mio dare il ritmo che la squadra può seguire all’unisono,

Infine, nella danza, i dettagli fanno la differenza. Dalla scelta della musica, al modo in cui i tuoi movimenti seguono il ritmo, devi provare a indovinare come si sentirà il tuo pubblico quando questi elementi si incontreranno. Ho scoperto che nel marketing avviene lo stesso. Ho imparato che è essenziale conoscere il proprio pubblico e le cose che percepisce come importanti in modo che tu possa davvero sorprenderli.

Quali fattori ti hanno aiutato ad avanzare nella tua carriera?

Penso che il vantaggio ce l’abbia chi è appassionato del proprio lavoro ed è in grado di tenere fede a se stesso, con convinzione. Per poter prosperare, devi riconoscere i tuoi punti di forza e vedere i tuoi punti di debolezza come delle opportunità per crescere e capire che la tua individualità può portare qualcosa di speciale al tuo team, che gli altri possono imparare ed essere ispirati da te. È questa l’idea alla base di uno dei principi fondamentali di GoStudent: sii coraggioso.


Ancora prima di arrivare a GoStudent, l’educazione era al centro dei tuoi interessi. Potresti parlarcene?

Ho sempre pensato che l’istruzione sia una via per il futuro e che permetta alle persone di crescere, trovare la propria passione e fare la differenza. Tuttavia, per istruzione non intendo solo andare all’università. Mi riferisco all’apprendimento in generale e al continuo sviluppo personale. Le esperienze del passato mi hanno insegnato che quando inizio ad annoiarmi al lavoro, significa che non sto più crescendo o che sto focalizzando la mia attenzione nel posto sbagliato. Sono questi i momenti in cui faccio un passo indietro, rifletto sul perché mi sento bloccata e valuto quali cambiamenti posso apportare per continuare a plasmare il mio ruolo.

Lavorare in una startup può essere stressante. Cosa fai per rilassarti?

Di sicuro è un ambiente dinamico con una ripida curva dell’apprendimento che spesso richiede diverse competenze, come la creatività e la prontezza. Per questo mi prendo spesso delle pause per assicurarmi di dare il massimo. Il modo migliore per rilassarmi è indossare le cuffie, mettere della buona musica e (sorpresa) ballare. Ho un elenco di canzoni preferite a seconda del mio umore, ma ballo su qualunque pezzo con un buon basso! Wimudo di Balduin, per esempio, è nella lista delle giornate sì! Stai sicuro che sarò una delle ultime a lasciare la pista da ballo a una delle feste di GoStudent.


Hai qualche consiglio per una carriera di successo?

Fidati del tuo intuito e sappi che il tuo istinto di solito ha ragione! A volte non capisci perché l’intuito ti dice qualcosa, ma più fai pratica nell’ascoltarlo e più vai avanti. Mi sono sempre affidata a queste competenze nella selezione dei candidati.

Prenota una sessione di ripetizioni private gratuita

Prenota ora