DISTURBI DELL'APPRENDIMENTO, ALTRI CONSIGLI, TREND EDUCATIVI

Come aiutare un figlio discalculico

Capitoli

  1. Come affrontare la discalculia
  2. Sai davvero cos’è la discalculia?
  3. Come motivare tuo figlio discalculico
  4. Come insegnare la matematica ai discalculici?
  5. Come aiutare tuo figlio con la discalculia
  6. Come vincere la discalculia: ecco il segreto

La discalculia non deve diventare un mostro cattivo. Soprattutto, non deve ostacolare il percorso scolastico di tuo figlio. Se tuo figlio è discalculico puoi fare molto per lui e per sostenere il suo percorso di studi: con semplici accorgimenti, lo puoi aiutare a superare le sue difficoltà in matematica.

Come aiutare un figlio discalculico bambino scrive

Come affrontare la discalculia

Tuo figlio è discalculico, i test effettuati non lasciano spazio a dubbi. E ora?

Molti genitori vivono la diagnosi di discalculia come una condanna definitiva all’insuccesso scolastico, ma non è affatto così. I genitori, inoltre, sono i primi a doversi approcciare nella maniera giusta alla discalculia, perché dalla loro conoscenza in materia e dal loro supporto dipende buona parte del successo scolastico dei figli. 💪

 

I consigli che troverai in questo articolo serviranno proprio a farti accantonare dubbi e paure riguardo la discalculia. Un mio amico d’infanzia, discalculico, è oggi un ingegnere di successo. E non è il solo ad aver “battuto” la discalculia. Un figlio discalculico si può aiutare in molti modi: scoprili!

 

Sai davvero cos’è la discalculia?

Tutti sanno che è una difficoltà inerente l’ambito matematico ma non molti sanno nello specifico cos’è la discalculia. Se tuo figlio è discalculico, non puoi esimerti dal saperlo: la discalculia è un disturbo specifico dell’apprendimento (o DSA) relativo al sistema dei numeri e del calcolo.

 

Gli individui affetti da discalculia avranno problemi con:

  • Numerosità e senso del numero
  • Memorizzazione dei fatti aritmetici (come le tabelline)
  • Esecuzione accurata e fluente dei calcoli
  • Ragionamento matematico 

 

Il bambino discalculico avrà difficoltà con l’intelligenza numerica di base e con tutto ciò che riguarda le procedure di calcolo: anche la lettura e scrittura dei numeri e l’incolonnamento durante le operazioni lo metteranno in difficoltà.

 

E ora le buone notizie: tutto ciò può non essere un problema! O meglio, si possono trovare vie diverse e alternative per sviluppare comunque le competenze matematiche e progredire sereni nel percorso scolastico, raccogliendo buoni voti e successi. 🎓

Come motivare tuo figlio discalculico

Innanzitutto una considerazione importante: tutti prima o poi hanno difficoltà a scuola. Anche i bambini plusdotati, che sulla carta sembrerebbero i “favoriti” di turno, incontrano ostacoli che possono rendere anche molto difficoltoso il percorso scolastico. Dunque non si tratta di essere più o meno dotati, quanto di sapere come fare a superare l’ostacolo che ci si troverà davanti. 🚧

 

Nel caso della discalculia il rischio più concreto è rappresentato dall’impotenza appresa. Si tratta di una condizione in cui lo studente non crede più di potercela fare, dunque non ci prova nemmeno. Ciò ha molto a che fare con l’autostima, dunque il tuo primo compito come genitore di un figlio discalculico è questo: sostenerlo sempre nelle sue sfide, scolastiche e non!

 

👉 Aiutalo a capire cos’è la discalculia e a circoscrivere la sua difficoltà. Insegnagli ad avere una mentalità orientata alla crescita e a comprendere che sono impegno e tenacia a portarci lontano, non le nostre abilità innate

 

👉 Favorisci in lui la curiosità nei confronti della matematica. Deve diventare la sua migliore amica, non il suo peggior nemico! La matematica è più divertente se vista come un gioco. L’importante è creare un clima sereno attorno ad essa

Come insegnare la matematica ai discalculici?

Se ti stai chiedendo se puoi concretamente aiutare tuo figlio discalculico a studiare la matematica, la risposta è sì, e non immagini nemmeno quanto! Ti racconto un aneddoto che ti farà capire perché puoi essere importante.

 

Qualche anno fa, per una scuola secondaria di primo grado, gestii un laboratorio di potenziamento nell’area matematica per studenti con DSA. Lo ammetto senza problemi: non sono un genio in matematica, anzi. Eppure riuscii ad aiutare tutti, nessuno escluso, a raggiungere la sufficienza nella materia, e soprattutto ad avere un rapporto migliore con regole, numeri e calcoli.

 

Il segreto? Sapevo come spiegare i concetti matematici con parole diverse, più concrete e meno astratte, e come accogliere e interpretare le difficoltà che gli alunni discalculici sperimentavano. Le chiavi del successo furono quindi due: tempo e comunicazione. Ecco perché anche se non hai competenze specifiche in matematica puoi essere un grande aiuto per tuo figlio! 🚀

Come aiutare tuo figlio con la discalculia

Ecco cosa puoi fare concretamente per aiutare tuo figlio:

 

⛔ Trova un’altra via

C’è sempre un altro modo di spiegare le cose, anche in matematica. Dimentica il linguaggio specifico e usa esempi concreti e tratti dalla vita quotidiana per aiutare tuo figlio a comprendere un concetto che non capisce, se ti chiede un aiuto.

 

👤 Affidati a un tutor

Uno studente discalculico avrà bisogno di un supporto personalizzato e di tempo extra per raggiungere gli obiettivi scolastici per la matematica. Non è una sconfitta e non è una perdita di tempo: un tutor dedicato a lui che lo aiuti nella comprensione e nel potenziamento delle sua abilità è il miglior investimento che potrai fare!

 

🎡 Sfrutta il potere del gioco

Ci sono molti modi divertenti per potenziare le proprie abilità matematiche. Il gioco è manna scesa dal cielo per l’apprendimento, sfruttane il potenziale permettendo a tuo figlio di divertirsi con app e videogiochi educativi, di esplorare la gamification e di sfidarti in gare di calcolo casalinghe (o perché no, di scacchi)!

 

🔝 Lavora sulla sua motivazione

Tuo figlio non è bravo solo se va bene a scuola - e nella fattispecie, in matematica. Ha molti altri talenti e devono essere anch’essi valorizzati: sentirsi bravo e competente in qualcosa lo aiuterà a rimanere motivato, anche a scuola.

 

🏆 Premialo per i suoi sforzi

Uno studente con discalculia fa il doppio della fatica di uno che questo disturbo non ce l’ha, almeno inizialmente. Tienilo presente e ricompensa tuo figlio per i suoi sforzi: in modo adeguato e coerente, ma non dimenticarti di farlo.

 

Come vincere la discalculia: ecco il segreto

Possiamo concludere dicendo questo: la matematica non è solo numeri. Il segreto per vincere la discalculia, dunque, è coltivare sin da piccoli una competenza matematica ampia, che vada al di là dei semplici calcoli, per i quali esiste sempre la calcolatrice, che tutti noi da adulti usiamo normalmente.


Se tuo figlio è discalculico ha le stesse possibilità di farcela di qualsiasi altro studente. L’importante è crederci e intervenire per dargli il supporto adeguato: GoStudent ti aiuta con lezioni private di matematica dove e quando vuoi, tarate sulle specificità di tuo figlio e sulle sue reali esigenze. Prenota una lezione di prova subito e inizia a costruire già oggi il suo futuro! 🚀

 

Consigli degli esperti

Aiutiamo gli studenti ad imparare, non solo ad alzare i voti.

Guida motivazionale gratuita per genitori.

Scarica ora