ISTRUZIONE SUPERIORE

Qual è l’università giusta per un multipotenziale?

Capitoli

  1. Multipotenzialità: dono o condanna?
  2. Come scegliere l’università da multipotenziale
  3. Le facoltà migliori per persone multipotenziali

Il momento della scelta dell’università è particolarmente difficile per un ragazzo o una ragazza multipotenziale. Non ha una materia preferita ma almeno tre e sa che perseguire un solo interesse non può essere la sua strada. Come puoi aiutarlo nella scelta? Ti aiutiamo a capire quale può essere la facoltà più adatta ad un ragazzo multipotenziale. 💪

Qual è l’università giusta per un multipotenziale

Multipotenzialità: dono o condanna?

 

Se tuo figlio è un multipotenziale allora conosci bene i vantaggi e gli svantaggi della sua natura. Da un lato c’è una grande curiosità, inventiva e voglia di imparare, dall’altro insicurezza e instabilità. 😣

I multipotenziali non stanno mai fermi, hanno continuamente bisogno di indagare nuovi ambiti e ampliare la propria conoscenza. Quando però sono messi davanti a una scelta importante come quella dell’università, il loro cervello va in tilt. 🤯 Spesso, nel tentativo di integrarsi nella società, si spingono verso un'unica direzione anziché trovare un modo per valorizzare le loro molteplici passioni.

Il segreto per aiutarli sta nel fargli capire che l’università non costituirà una limitazione della loro personalità ma, al contrario, sarà il luogo in cui potranno nutrire il loro bisogno di conoscenza e far fiorire le loro capacità. 🌷

 

Come scegliere l’università da multipotenziale

 

Secondo Emilie Wapnick, autrice del libro “Diventa chi sei”, non esiste un unico modello di carriera per i multipotenziali perché ogni multipotenziale è unico e diverso dagli altri. Alcuni amano dedicarsi a più attività contemporaneamente, altri preferiscono affrontare un interesse alla volta e cambiano occupazione ogni due/tre anni. Altri ancora si inventano una professione da zero, mergendo insieme le loro varie passioni.

Inutile quindi cercare la facoltà perfetta per i multipotenziali, ogni ragazzo deve scovare la soluzione più adatta a se stesso.

 

Possiamo però darti alcuni consigli per aiutare tuo figlio in questa scelta così importante:

Esplorare varie opzioni

Già durante gli anni delle superiori fai in modo che tuo figlio possa provare varie attività anche al di fuori del curriculum scolastico. Spronalo ad approfondire i suoi interessi, che siano musica, arte, videogames o le lingue straniere. Non esagerare però, meglio non aggiungere più di due attività extra alla settimana, altrimenti rischi di confondergli ancora di più le idee. 😅

Sbagliare va bene

Anche se può sembrare il contrario, nessuna scelta è mai completamente definitiva, neanche quella dell’università. Se tuo figlio pensa che la sua decisione comprometterà tutta la sua carriera lavorativa, sicuramente si farà prendere dal panico e con grande probabilità farà la scelta sbagliata, affidandosi ai pareri degli altri anziché ascoltare se stesso. Il tuo dovere di genitore è quello di lasciarlo scegliere da sé, senza troppe paure. In fondo, se si accorgerà di essersi iscritto al corso sbagliato avrà sempre tempo per cambiare (c’è chi torna a studiare a 80 anni 😁).

Inoltre, non dimentichiamo che una delle abilità più preziose dei multipotenziali è quella di attingere al vasto bagaglio delle loro conoscenze per sintetizzare nuove idee. 💡 Tutto ciò che viene imparato rimane a far parte di quel bagaglio e può rivelarsi utile in modi che al momento non immaginiamo.

Iscriversi a due facoltà

E se tuo figlio non dovesse per forza scegliere? Recentemente è stata approvata alla camera una proposta di legge che permette di iscriversi a due facoltà contemporaneamente. L’ottenimento del doppio titolo era già una realtà nel resto d’Europa ma non in Italia, a causa di un vecchio decreto regio del 1933. Una buona notizia per i mutipotenziali, che finalmente non saranno obbligati a scegliere un unico corso di studi. 🙌

 

Le facoltà migliori per persone multipotenziali

 

Un modo per valorizzare la versatilità dei multipotenziali è quello di scegliere un campo di studi interdisciplinare. Ad esempio, lavorare nell’ambito dell’istruzione richiede molte competenze diverse: capacità organizzative, abilità nel parlare in pubblico, empatia nei confronti degli studenti, conoscenza delle materie specifiche, eccetera. 👩‍🏫

Ecco alcuni indirizzi di studio interdisciplinari:

Architettura 🏛

L’architettura è una combinazione di arte, scienza, tecnologia e studio del territorio. Ecco perché quello dell’architetto è un lavoro molto interessante per i multipotenziali.

Comunicazione e marketing 💼 

Chi lavora nel marketing sa che oltre ad essere degli esperti in comunicazione occorre avere delle ottime capacità di scrittura e di ricerca dati. Non guastano delle conoscenze in campo tecnologico e in psicologia, per anticipare le esigenze dei consumatori.

Medicina integrata 👨‍⚕️

La medicina sembrerebbe il campo specialistico per eccellenza ma non è sempre così. Infatti, la medicina integrata affianca alla medicina tradizionale una serie di trattamenti complementari come l’agopuntura, l’omeopatia, la digiunoterapia e richiede perciò una conoscenza molto vasta e in vari campi.

Psicoterapia 🎹

Uno psicoterapeuta ha la possibilità di combinare insieme diverse materie. Per esempio dall’unione di psicoterapia e musica nasce la musicoterapia, usata per curare stress, disturbi dell’apprendimento e della personalità.

Cinematografia 🎞

Per girare film non servono solamente capacità di storytelling ma conoscenze di ogni tipo: dalla fotografia alla musica, dalla scrittura al project management.

Pianificazione del territorio 🌎

L’urbanistica è un altro campo interdisciplinare. Un architetto urbano ha a che fare con molti ambiti diversi: edilizia, trasporti, paesaggistica, economia e agricoltura. Il suo lavoro è così vario che neanche un multipotenziale riuscirebbe ad annoiarsi! 😉 

Consigli degli esperti

Aiutiamo gli studenti ad imparare, non solo ad alzare i voti.

Guida motivazionale gratuita per genitori.

Scarica ora