TREND EDUCATIVI

Strategie di apprendimento: cosa sono?

Diventare studenti strategici è la chiave di volta per il successo nell’apprendimento. Non è solo una mia opinione personale, bensì il risultato di numerose ricerche nell’ambito della psicologia educativa, che sono giunte tutte alla medesima conclusione: chi applica strategie di apprendimento ha una marcia in più nello studio (e, di conseguenza, nella vita!) 🚀

Prima ancora di desiderare che i nostri figli siano bravi a scuola, come genitori dovremmo preoccuparci del fatto che siano in grado di essere strategici, ovvero di organizzare e gestire lo studio in maniera efficiente e autonoma.

E se stai pensando “ma mio figlio ha appena iniziato la scuola elementare, non è ancora in grado di fare niente!”, sappi che… non è proprio così! I bambini sono ricchi di risorse e vanno aiutati sin dalla più tenera età a sviluppare la propria autonomia nello studio e a coltivare una mentalità strategica. 

Niente paura, è più facile di quel che credi. Ed è anche divertente 😀

Cominciamo!

strategie-di-apprendimento-per-bambini

Didattica metacognitiva: insegnala ai tuoi figli

Cominciamo subito con un parolone: didattica metacognitiva. Se non hai idea di cosa sia, te lo spiego subito: si tratta di un metodo di insegnamento (didattica) che mira a rendere gli studenti consapevoli dei processi di apprendimento (metacognizione).

In parole povere, significa che mentre imparo so cosa sto facendo. La conoscenza dei processi cognitivi legati allo studio, la consapevolezza cioè di come funziona la nostra mente quando apprende, ci permette di sviluppare strategie di apprendimento, ovvero di adattare lo studio allo specifico obiettivo che dobbiamo raggiungere. 🧠

Non bisogna essere insegnanti, psicologi o neuropsichiatri infantili per riuscire a comprendere i processi cognitivi coinvolti nell’apprendimento: è sufficiente un po’ di curiosità! 👀

Noi genitori possiamo fare tanto per semplificare la vita scolastica dei nostri figli grazie alla metacognizione.

Come primo step, rendi consapevole tuo figlio di questi semplici fatti:

🔷 Siamo tutti diversi e impariamo in maniera diversa uno dall’altro

🔷 Per poter apprendere dobbiamo prima comprendere

🔷 La comprensione di un concetto favorisce la sua memorizzazione

🔷 La motivazione gioca un ruolo importantissimo nell’apprendimento

🔷 Esistono numerose strategie diverse per leggere, memorizzare, recuperare dalla memoria le informazioni

Insegnare questi semplici concetti è già fare didattica metacognitiva. Significa rendere tuo figlio consapevole delle proprie potenzialità e del fatto che lo studio va affrontato con una mentalità strategica. È il primo step verso autonomia e indipendenza nello studio 💪

Pronti a diventare primi della classe

Come insegnare strategie efficaci di apprendimento

Ci tengo a dirtelo subito: non hai bisogno di competenze particolari per insegnare a tuo figlio ad imparare meglio. Proprio così, si tratta di insegnare ad imparare, può sembrare un concetto scontato ma a volte viene completamente ignorato nell’ambito dell’educazione scolastica. 🙈

Eppure…

 

Alunni non si nasce. Alunni si diventa

O, se preferisci, “nessuno nasce imparato”. Nemmeno nell’apprendimento!

Tutti noi abbiamo avuto bisogno di imparare a studiare, magari abbiamo ricevuto ottimi consigli e l’aiuto di un insegnante esperto, magari invece ci siamo dovuti arrangiare da soli facendo più fatica del necessario per raggiungere i nostri obiettivi.

Ecco perché è importante aiutare i nostri figli ad affrontare con facilità gli impegni scolastici, sostenendoli nel percorso che gli consente di diventare studenti strategici.

strategia-di-apprendimento-2

Come puoi fare, nella pratica, ad aiutare tuo figlio a sviluppare strategie efficaci di apprendimento?

Puoi aiutarlo a:

Porsi degli obiettivi

Aiuta tuo figlio sin da piccolo a pensare per obiettivi. Avere un obiettivo permette di aumentare la concentrazione, pianificare attività e risorse, volgere lo sguardo verso il futuro e, soprattutto, tenere alta la motivazione!

Un esempio? Per invogliare mia figlia a imparare a leggere quando era in prima elementare, le dicevo che presto avrebbe potuto leggere i fumetti da sola e che avrebbe potuto scegliere i suoi preferiti. Ha funzionato! 🎯

Pianificare le attività

La pianificazione è indispensabile per una buona riuscita nello studio. Allena sin da piccolo tuo figlio a pianificare le attività di studio necessarie, guidalo nelle scelte ma rispetta le sue preferenze. Lo scopo è sviluppare in lui una consapevolezza circa tempi e modi dello studio, per condurlo verso una gestione indipendente dei propri impegni scolastici.

Permettigli di sperimentare per poter capire quale momento della giornata preferisce per fare i compiti, quali materie vuole studiare per prime e via dicendo. E non dimenticarti i momenti di svago e riposo! 🏃

Insegna a tuo figlio a dare valore ai momenti che passa lontano dai libri, sono essenziali per il benessere psicofisico e devono trovare spazio nella routine giornaliera e settimanale.

Mia figlia spesso preferisce alzarsi presto la mattina del sabato e fare i compiti prima di colazione, così da essere libera durante la giornata. È una sua idea e si organizza da sola, io... le ho comprato la sveglia! ⏰

Autovalutarsi

I giudizi degli insegnanti sono importanti, aiutano te e tuo a figlio a comprendere qual è lo stato dei suoi apprendimenti. Ma altrettanto importante è la consapevolezza che tuo figlio ha del suo livello di apprendimento nelle singole materie: abitualo fin da piccolo ad autovalutarsi, a riflettere sul suo operato e a valutarlo in maniera obiettiva, né troppo critica né troppo indulgente. 

Essere consapevoli dei propri punti di forza e di debolezza dà un grande vantaggio strategico: sapere cosa è necessario fare per raggiungere l’obiettivo.

Uno studente in grado di definire con chiarezza i propri obiettivi, pianificare le attività di studio necessarie a raggiungerli e valutare le proprie performance di studio con obiettività, è uno studente strategico che parte con un grande vantaggio rispetto agli altri, qualsiasi sia il compito! 🚀

Puoi aiutare tuo figlio a sviluppare queste competenze, in maniera semplice e naturale, durante la vita di tutti i giorni! Del resto noi genitori siamo abituati a pensare per obiettivi, pianificare le nostre attività e valutare i nostri risultati. Un modo semplice per passare questi concetti ai nostri figli è quello di coinvolgerli ogni tanto nei nostri ragionamenti, l’esempio è da sempre il miglior maestro 😉

 

Indispensabili strategie per migliorare i livelli di apprendimento

Ora che abbiamo visto come aiutare i nostri figli a diventare più strategici nell’approccio allo studio, vediamo cosa possiamo fare concretamente per aiutarli a migliorare i livelli di apprendimento nelle materie scolastiche. 📚

Per quanto la scuola ci possa sembrare complicata, ricorda che tutto si riduce a tre attività:

💭 Comprendere

💭 Memorizzare

💭 Recuperare dalla memoria

...non ti sembrava così semplice tra i banchi di scuola, vero? 😨 Eppure ti garantisco che lo è. Ti assicuro anche che ci sono strategie per migliorare tutte e tre queste fasi dell’apprendimento, semplici da imparare e da applicare ma estremamente efficaci nei risultati.

Non ci credi? Leggi qui sotto 👇

 

📌 Strategie per comprendere

La comprensione di ciò che si deve studiare è fondamentale. Non c’è ricordo senza vera comprensione, scrivilo con un pennarello indelebile su un foglio e appendilo in camera di tuo figlio! Scherzi a parte, è fondamentale comprendere il materiale da apprendere ed elaborarlo in maniera personale. Più l’elaborazione è attiva e personale, migliore sarà la comprensione.

Per comprendere meglio un argomento si può ricorrere alla produzione di schemi, mappe mentali e anche disegni: sono strumenti estremamente efficaci che permettono allo studente di dare un senso a ciò che apprende e memorizzarlo più facilmente

Per i bambini più piccoli si può partire da mappe presenti sui libri di testo o puoi aiutare tuo figlio facendogli vedere come realizzare un semplice schema che colleghi in maniera logica le informazioni da studiare. Esistono anche tanti tool per creare schemi e mappe mentali online. Ti stupirai di quanto velocemente imparerà a realizzarli da sé!

I primi schemi che mia figlia ha realizzato somigliavano più a dipinti astratti che a uno schema, ma il fatto di averli realizzati da sola l’ha caricata a mille 💣

Da allora, senza bisogno di insegnarglielo, quando deve studiare una lezione realizza in autonomia gli schemi che le servono. 

La Rivoluzione delle ripetizioni

📌 Strategie per memorizzare

Una volta compreso bene il materiale da studiare bisogna passare alla fase della memorizzazione: per alcuni studenti questo è un ostacolo difficile da superare. Ma la memorizzazione non deve per forza essere un’operazione faticosa e stressante!

Ci sono alcune tecniche di memoria di facile utilizzo e molto efficaci che possono aiutare sia i bambini più piccoli sia chi è alle scuole medie o superiori. Vediamole brevemente:

  1. Reiterazione integrativa: tuo figlio ripete “a pappagallo” quello che deve imparare? Stimolalo a integrare ciò che ripete con conoscenze che già possiede, curiosità, collegamenti con altre materie. In questa maniera le informazioni che deve memorizzare si ancoreranno più saldamente nella sua memoria
  2. Immagini mentali: può sembrare un gioco tanto è divertente, e invece è una tecnica di memoria tra le più efficaci. Tuo figlio non riesce a memorizzare un concetto, una parola, una data? Consigliagli di trasformarla in un’immagine mentale. Sua, personale, fantasiosa 🦄 Memorizzerà il concetto in men che non si dica! 
  3. Concatenamento di immagini: se il compito richiede di memorizzare una lista di elementi, si può legarli uno all’altro in una “catena” di immagini ognuna collegata all’altra, come fosse un breve video che scorre all’interno della mente. In questa maniera basterà ricordarsi la prima immagine (primo elemento) per recuperare l’intera catena (lista di elementi)

 

📌 Strategie per recuperare le informazioni

Non conviene aspettare l’interrogazione o il compito in classe per verificare se la lezione è stata davvero memorizzata: ci sono strategie che possono aiutare tuo figlio a verificarlo in anticipo!

 

📝 Una di esse è la produzione di un breve riassunto. Sforzarsi di esporre le informazioni con le proprie parole, in maniera organizzata e senza troppi giri di parole, aiuta a recuperare le informazioni cruciali dalla memoria e a rinsaldare i concetti appresi. Tutti sono in grado di scrivere un breve riassunto: un bambino di seconda elementare lo farà in maniera diversa da uno di seconda liceo, ma l’efficacia è la stessa!

 

🔈 Anche l’esposizione a voce alta della lezione aiuta a fare ordine nella mente, verificare che i concetti siano stati appresi e rendere efficiente il loro recupero dalla memoria. Se tuo figlio vuole ripeterti la lezione, sii disponibile e non giudicarlo! Non devi dargli un voto, devi permettergli di mettersi alla prova e consolidare il suo apprendimento.

 

Siamo esperti di strategie didattiche

Dopo aver letto questo articolo, potresti affermare ancora che i voti alti sono la tua più grande preoccupazione riguardo alla scuola di tuo figlio? 

Andare bene a scuola è importante, ma saper studiare lo è ancora di più. Perché uno studente che sa cosa fare è uno studente che sarà sempre in grado di superare gli ostacoli nel suo percorso di apprendimento ⚡

Come hai visto ci sono tante cose che puoi fare per aiutare tuo figlio a diventare strategico nello studio. Un’altra cosa che puoi fare è quella di farti aiutare da GoStudent nello sviluppo delle potenzialità di tuo figlio. Gli insegnanti di GoStudent sono esperti di strategie didattiche e sono sempre pronti ad aiutare tuo figlio a tirare fuori il meglio di sé e a evolvere in uno studente strategico: prenota subito una lezione di prova per lui e testa in prima persona quanta differenza può fare un insegnante dedicato!

 

Consigli degli esperti

Aiutiamo gli studenti ad imparare, non solo ad alzare i voti.

Guida motivazionale gratuita per genitori.

Scarica ora