APPRENDIMENTO DIGITALE, TREND EDUCATIVI

DDI, hybrid learning e apprendimento misto: guida utile per genitori

Scuola digitale: quante volte avete sentito questa espressione negli ultimi mesi? Abbastanza da essere in parte confusi e in parte esasperati in merito a questo importante tema. 😭

La cattiva notizia è che sentiremo parlare ancora a lungo di didattica a distanza, scuola digitale, e-learning e apprendimento misto. La buona notizia è che… possono essere fantastici alleati per il percorso scolastico dei nostri figli!

 

È abbastanza normale temere le novità. Tutti noi tendiamo a difenderci dagli imprevisti, per puro spirito di sopravvivenza, fa parte della natura umana; la scuola però sta cambiando, la didattica stessa si sta finalmente aprendo a interessanti novità e dunque l’atteggiamento migliore da avere è quello di informarsi, essere curiosi, aperti al cambiamento e disposti a imparare cose nuove. Ricordandosi sempre che la posta in gioco è elevata: il futuro stesso dei nostri figli, personale e professionale. 👔

 

Per una generazione come la nostra, cresciuta tra grembiuli, lavagne in ardesia, gessi e cancellini, può causare un po’ di disorientamento sentir parlare di flipped classroom, apprendimento informale, modelli di rotazione, didattica integrata. Ma niente paura, questa guida nasce proprio allo scopo di rendere le cose semplici ai genitori che si trovano a interfacciarsi con una scuola proiettata nel futuro! 

hybrid learning (2) - ddi

 

DDI a scuola: quali cambiamenti comporta?

 

Hai sentito parlare di didattica digitale integrata e non hai la più pallida idea di cosa comporti per tuo figlio? Preparati a una piacevola sorpresa! 

Quella che oggi viene chiamata didattica digitale integrata o DDI si rifà a dei modelli di didattica ibrida o integrata che sono già in uso da parecchio tempo presso istituzioni scolastiche e enti di formazione di altri Paesi (per quanto riguarda la formazione, anche in Italia).

Cosa si intende, nello specifico, per didattica integrata?

 

👉 Didattica integrata:

Qualsiasi forma di didattica istituzionale che preveda momenti di didattica in presenza e momenti di didattica a distanza. La DAD al 50% di cui tanto si è parlato negli ultimi mesi è una forma di didattica integrata.

 

La didattica integrata se vogliamo non porta grandi rivoluzioni: quando tuo figlio non è a scuola, continua a seguire le lezioni da casa, secondo lo stesso orario, con gli stessi insegnanti, applicando gli stessi metodi.

Questo può essere un elemento rassicurante ma ti invito a riflettere su una cosa: la scuola tradizionale può essere “trasferita” online senza che la didattica e l’apprendimento ne risentano?

Risposta breve: no.

 

Vantaggi e svantaggi della didattica digitale integrata

 

Vediamo dunque quali sono vantaggi e svantaggi della didattica integrata:

 

✅ Consente una certa continuità nell’apprendimento, anche quando si è impossibilitati a recarsi a scuola (malattia, quarantena, disposizioni governative)

 

✅ Prevede dei momenti in presenza, utili per il confronto e lo scambio di idee con insegnanti e compagni

 

✅ Non impone cambi drastici di routine (stesso orario scolastico)

 

❌ Le lezioni frontali “miste”, ovvero svolte in un’aula fisica ma usufruite in maniera virtuale da casa, perdono di efficacia

 

❌ Aumenta il rischio di perdita di concentrazione durante le lezioni online

 

❌ L’alunno collegato da casa non può essere seguito in modalità uno-a-uno



La didattica digitale integrata è dunque solo una soluzione d’emergenza? Se ci riferiamo alla situazione italiana, al momento sì. Ciò non esclude, però, che possa diventare una fantastica opportunità. 

 

La specializzazione di GoStudent, ad esempio, è proprio quella di erogare insegnamento a distanza, in modalità uno-a-uno: ecco allora che per tuo figlio puoi costruire tu stesso un programma di didattica integrata, che preveda dei momenti di apprendimento a distanza a supporto di quelli in presenza di cui usufruisce a scuola.

 

hybrid-learning

 

Didattica digitale integrata e hybrid learning: sono la stessa cosa?

 

A complicare ulteriormente le cose c’è il largo ricorso a termini stranieri per parlare di metodologie di didattica o forme di apprendimento innovative 👀

Prendiamo ad esempio l’hybrid learning. Si tratta del corrispettivo anglofono della nostra DDI? No, l’’hybrid learning o didattica ibrida è molto di più!

In linea generale, la didattica ibrida si confà al seguente schema:

 

🎓 Momenti di apprendimento formale (l’insegnante che fa lezione alla classe)

 

🎥 Momenti di apprendimento informale (confronto tra pari, approfondimenti personali dello studente, visione di film e documentari, lettura di libri, attività sportive e tanto altro ancora)

 

🔬 Laboratori ed esperienze pratiche

 

Una scuola che adotta un modello di didattica che si ispira all’hybrid learning offrirà dunque un percorso di studi profondamente diverso da quelli che siamo abituati a conoscere. Le lezioni in aula, con l’insegnante che trasmette in maniera diretta, organizzata e formale la propria conoscenza agli studenti, possiamo dire che rappresentino solo un terzo dell’esperienza didattica globale.

 

Perché si ricorre a un modello di apprendimento ibrido o misto? La risposta è semplice e interessante: perché anni di osservazioni e ricerche hanno dimostrato che gli alunni imparano di più e meglio. E non solo, si preparano in maniera migliore anche all’ingresso nel mondo del lavoro, alla messa in pratica delle conoscenze acquisite. 

Non sarebbe forse il sogno di tutti noi genitori assicurare ai nostri figli un ambiente di apprendimento simile? 💗

 

I pilastri dell’apprendimento misto e dell’hybrid learning

 

Apprendimento flessibile: sotto questa dicitura potremmo far rientrare molti modelli di apprendimento e di didattica che escono dal perimetro tradizionale della scuola, per così dire. L’hybrid learning è uno di questi e ha una sua natura tutta particolare. Si tratta infatti du un modello didattica che dà molta importanza allo scambio, alla condivisione, all’esperienza, all’informalità. 

 

I pilastri su cui si regge questo modello educativo sono tre:

 

👦 Lo studente al centro

Non sono gli obiettivi didattici ad essere al centro. Al centro c’è lo studente, attorno al quale viene costruito un ambiente di apprendimento adeguato, confacente alle sue necessità, al suo stile di apprendimento e alle caratteristiche personali. Lo studente viene incoraggiato all’autonomia e all’indipendenza. 

 

🏆 Importanza ai risultati concreti

La teoria è importante, ma la pratica ancora di più: lo studente ha bisogno di fare esperienze concrete di applicazione della propria conoscenza nel mondo reale. Quanto più l’apprendimento porta a risultati concreti, tanto più efficace sarà. E soprattutto il coinvolgimento dello studente in quanto parte attiva del processo di apprendimento aumenta, con grandi benefici per lo studio.

 

📚 Equilibrio dei carichi di lavoro

Didattica a distanza e lezione frontale in presenza sono due cose diverse e la loro integrazione richiede una modulazione dei carichi di lavoro, che saranno diversi rispetto a quelli di una scuola “classica”, con otto ore di presenza in aula. Nella didattica ibrida viene data maggiore importanza alle situazioni informali di apprendimento.



Didattica integrata: cosa puoi fare per tuo figlio?

 

Al di là del fatto che la scuola di tuo figlio adotti o meno un modello di hybrid learning, e a prescindere anche d

al fatto che le circostanze storiche del momento costringano tuo figlio a seguire un programma di didattica a distanza, ci sono tante cose che puoi fare per adottare un approccio “ibrido” per il suo apprendimento.

 

Proprio così, puoi avere voce in capitolo e aiutarlo ad adottare pratiche utili per rendere più produttivo, moderno e piacevole il suo studio.

Non importa quale sia la situazione attuale. Non importa nemmeno se la scuola dove si trova tuo figlio non adotta metodi di insegnamento moderni, adeguati a valorizzare le caratteristiche personali: ricordati che puoi sempre fare la differenza aiutandolo a dare una svolta al suo percorso scolastico! 💪

La Rivoluzione delle ripetizioni

 

Quali consigli possiamo trarre dall’hybrid learning?

 

Autonomia e gestione del tempo

È fondamentale che tuo figlio impari a gestire il proprio tempo e i carichi di lavoro in maniera autonoma. Puoi aiutarlo a costruire un piano di studio e favorire così la presa in carico da parte sua del suo apprendimento. 

 

Ritmi sani

La scuola è il “lavoro” di uno studente. Anche quando la si segue a distanza e ci si organizza in autonomia: è buona pratica non variare molto i ritmi tipici di una giornata di scuola, in questa maniera si riuscirà con meno sforzo a rimanere disciplinati.

 

📌 Personalizzazione

Per riuscire efficacemente in un contesto di apprendimento ibrido è necessario saper sfruttare al meglio diverse strategie di apprendimento, adattandole a seconda di compiti e situazioni. Tuo figlio non ne conosce? Ecco per te una guida per insegnargliele!

 

📩 Comunicazione e confronto

L’hybrid learning dà molto spazio all’informalità dell’ambiente di apprendimento e al confronto tra pari e con l’insegnante: impariamo ogni giorno tantissime cose in maniera incidentale, ovvero “per caso”, semplicemente attraverso lo scambio comunicativo con le altre persone. Essere in grado mettere in dubbio le proprie convinzioni è una capacità che va allenata sin dalla tenera età!

 

Autovalutazione

Un ambiente didattico tradizionale è regolato e l’apprendimento è guidato anche attraverso la valutazione. Un apprendimento ibrido presuppone invece lo sviluppo della capacità di autovalutazione, per poter capire da soli a che livello sono le proprie competenze e cosa è necessario fare, nel caso, per migliorarle.

 

💡 Creatività

L’idea stessa di apprendimento informale si sposa alla perfezione con il concetto di creatività: lo scopo dell’apprendimento non è solo quello di imparare nozioni, bensì di sviluppare la propria mente e diventare capaci di risolvere i più diversi problemi che si possono porre nella vita e nel lavoro. Stimola sempre in tuo figlio l’abitudine a guardare le cose da più punti di vista, lo aiuterai a sviluppare il pensiero laterale

 

Esperienze e varietà

Tutto è apprendimento: le esperienze quotidiane, ordinarie ed extra-ordinarie, sono originali e utilissime fonti di conoscenza. Arricchisci la prospettiva di tuo figlio e stimola la sua mente garantendogli la possibilità di fare esperienza del mondo, con e senza di te: contribuirai a farne uno studente migliore!

 

👬Team working

Credi che la capacità di lavorare in team sia una caratteristica utile solo nel mondo del lavoro? Sbagliato! Imparare da studenti più grandi di noi, fare esperienza sotto la guida di qualcuno più esperto, capire un concetto grazie alla spiegazione di un compagno sono tutti modi divertenti ed efficaci di apprendere. Inoltre, aiutano tuo figlio a diventare collaborativo e tollerante.

 

Apprendimento misto e didattica digitale integrata: come possiamo aiutare tuo figlio!

 

Il futuro dell’apprendimento è qua. Questo spero di avertelo fatto capire bene 👌

La scuola sta cambiando e, c’è da augurarsi, cambierà ancora nel prossimo periodo. L’esperienza della didattica a distanza ha lasciato il segno, in tutti i sensi, ma gli esperti di educazione sono sicuri nell’affermare che una rivoluzione digitale sta arrivando. Conviene farsi trovare pronti!

 

L’apprendimento flessibile ispira l’approccio di GoStudent e per i nostri insegnanti ogni studente va valorizzato tramite un percorso personalizzato, tagliato su misura, che integri lezioni frontali e apprendimento autonomo. Non si tratta solo di fare ripetizioni online, ma di cogliere l’opportunità di dare una svolta al proprio percorso scolastico grazie all’aiuto di esperti specializzati in apprendimento.

Cosa aspetti? Prenota una lezione di prova e salta nel futuro della didattica assieme a noi!

Consigli degli esperti

Aiutiamo gli studenti ad imparare, non solo ad alzare i voti.

Guida motivazionale gratuita per genitori.

Scarica ora