TREND EDUCATIVI

Cyberbullismo su Facebook: cosa fare?

Capitoli

  1. Cos’è il cyberbullismo
  2. Cos’è il cyberbullismo su Facebook?
  3. Come difendersi dal cyberbullismo su Facebook
  4. Come prevenire il cyberbullismo su Facebook

 

Tuo figlio è stato vittima di un episodio di cyberbullismo su Facebook? Nella speranza che la risposta sia negativa, non è comunque il caso di ignorare un problema che sta diventando dilagante. Non si è impotenti di fronte al cyberbullismo, nemmeno sul popolarissimo social network: scopri cosa puoi fare per aiutare tuo figlio e prevenire episodi spiacevoli.

 

Cyberbullismo su Facebook tre ragazze al telefono

 

Cos’è il cyberbullismo

Il solo termine, cyberbullismo, è in grado di evocare scenari che metterebbero in ansia qualsiasi genitore. A buon diritto, mi sento di aggiungere, in quanto quello del bullismo via internet è un problema concreto e reale, più grande di quanto a volte riusciamo a immaginare.

 

Si definisce cyberbullismo qualsiasi atto di bullismo perpetrato tramite mezzi tecnologici: aggressioni, diffamazioni, denigrazioni, ricatti, minacce, furti effettuati tramite chat, instant messaging, posta elettronica, blog, siti web, forum e social network. 💻

 

I social network, proprio loro: Facebook è il capostipite nonché il più diffuso e conosciuto, è normale dunque che negli anni sia stato lo scenario - virtuale -  di numerosi atti di cyberbullismo a danni di minori (e non solo). In cosa consiste il cyberbullismo su Facebook? E come puoi aiutare tuo figlio a difendersi?

 

Cos’è il cyberbullismo su Facebook?

Tutto è iniziato con Facebook: il concetto stesso di social network è stato introdotto nelle nostre vite dalla creatura di Mark Zuckerberg. Che a gennaio 2021 era ancora la piattaforma social di gran lunga più utilizzata al mondo. Un italiano su due dichiara di usare Facebook e nella fascia 13-18 anni, il 58% è attivo sul popolare social network.

 

Ecco perché Facebook è balzato agli onori delle cronache per più di un caso di cyberbullismo, anche in Italia. Foto, video, informazioni condivise a insaputa della vittima al solo scopo di denigrarla, ridicolizzarla o attaccarla; stanti i numeri che abbiamo appena visto, la portata di un atto di cyberbullismo attraverso Facebook è devastante.

 

In pochi minuti la vittima può essere messa alla “gogna” di fronte a una platea potenzialmente sconfinata: l’impotenza che si percepisce nei confronti di questi attacchi è forte, la possibilità di difendersi, a danno fatto, quasi risibile.

 

Il bullismo attraverso Facebook può assumere diverse forme: anche Facebook Messenger fa parte del gioco, con gruppi chat creati ad hoc per insultare una vittima, messaggi di odio e insulti, materiale video e foto privato che viene inviato all’ignara vittima a scopo di ricatto. In virtù dell’onnipresenza della tecnologia nelle nostre vite e del fatto che internet, e con esso Facebook, non “chiude” mai, il cyberbullismo è attivo 24 ore su 24 ⏰.

 

Per riassumere, ecco come può manifestarsi il cyberbullismo su Facebook:

 

  • Invio di messaggi di odio e insulti tramite Facebook Messenger
  • Scrittura di insulti o informazioni diffamatorie sul profilo di un utente Facebook
  • Furto del profilo e pubblicazione di messaggi falsi a suo nome, con l’intento di denigrare la sua persona
  • Pubblicazione non autorizzata di foto o video privati di un utente tramite profili creati ad hoc e condivisione virale del profilo stesso (anche tramite WhatsApp e altre app)
  • Prendere di mira un utente rispondendo in modo aggressivo, denigratorio o offensivo a qualsiasi messaggio egli pubblichi su una pagina o un gruppo Facebook

 

Come difendersi dal cyberbullismo su Facebook

Se il paragrafo precedente ti ha fatto venire i brividi lungo la schiena 😰 devi sapere innanzitutto che per fortuna ci sono molti modi per difendersi dal bullismo su Facebook. Quindi puoi concretamente fare qualcosa per difendere tuo figlio.

 

Il prerequisito è quello di un’alfabetizzazione informatica completa: devi educare tuo figlio alla tecnologia e a un uso consapevole della stessa, informandolo circa i pericoli ma mostrandogli anche ciò che di bello e utile si può trovare online (sì, anche su TikTok!).

 

La cara e vecchia campana di vetro 🔔 non serve: un genitore iperprotettivo non eviterà al figlio i rischi del cyberbullismo. Un genitore consapevole e che lavora per l’autonomia del proprio figlio, sì!

 

Come difendersi dal cyberbullismo su Facebook, quindi? Partiamo dai consigli dello stesso social network (che ha anche pubblicato una guida introduttiva all’argomento):

 

😌 Mantieni la calma

Innanzitutto, mantenere la calma e, inizialmente, evitare di rispondere. Suggerisci a tuo figlio di non ingaggiare un confronto con il bullo in questione.

 

🚫 Non reagire

Evitare di reagire. Il bullismo si alimenta della reazione della vittima: non reagire equivale a togliere la spina.

 

👮 Mettiti in sicurezza

Assicurarsi di essere al sicuro: la sicurezza di tuo figlio è la priorità. Se è a rischio, agisci immediatamente contattando chi di dovere

 

💬 Fai una Segnalazione

Segnalare l’episodio di cyberbullismo al fornitore di servizi, in questo caso Facebook: nel centro assistenza trovi una sezione dedicata alle segnalazioni

 

Cos’altro puoi fare tu, come genitore, per aiutare tuo figlio a difendersi dal cyberbullismo su Facebook?

 

Non farlo sentire solo

Non giudicare, criticare o perdere le staffe. Tuo figlio deve sapere di poter contare su di te e deve sentirti saldo e stabile al suo fianco in questo spiacevole contesto

 

Elabora un piano d’azione assieme a lui

Essere vittime di bullismo è una questione delicata dal punto di vista emotivo e psicologico: non dire a tuo figlio cosa deve fare, semmai elabora assieme a lui un piano di azione per uscire dalla situazione problematica. La soluzione deve essere da lui condivisa, non subita.

 

Intervieni quando necessario

Come già detto, la sua sicurezza è la tua priorità. Dunque se la questione si fa seria o percepisci in lui segnali di un malessere serio, non esitare a prendere il controllo della situazione e a rivolgerti a un esperto.

 

Come prevenire il cyberbullismo su Facebook

Per evitare che episodi di cyberbullismo su Facebook si ripetano (o si verifichino del tutto), insegna a tuo figlio come gestire la privacy sul social network: è importante sapere come limitare la visibilità dei contenuti condivisi e come bloccare altri utenti ⛔. Educalo anche al valore della privacy e al rispetto di quella altrui; non tutto ciò che accade nelle nostre vite va condiviso su un social network!

 

Infine, vale sempre l’antico detto di “non accettare caramelle dagli sconosciuti”: in relazione a Facebook, insegna a tuo figlio a valutare bene ogni richiesta di amicizia proveniente sia da sconosciuti sia da persone conosciute ma che non ha piacere a fare entrare nella propria cerchia stretta.

 

Se tuo figlio è completamente a digiuno di nozioni di informatica e tecnologia, può essere l’occasione giusta per prenotare una lezione di prova con un tutor di GoStudent e iniziare la sua alfabetizzazione informatica!

Consigli degli esperti

Aiutiamo gli studenti ad imparare, non solo ad alzare i voti.

Guida motivazionale gratuita per genitori.

Scarica ora