ISTRUZIONE SUPERIORE

Come preparare un curriculum efficace

Capitoli

  1. Come fare un curriculum efficace
  2. Cosa mettere nel curriculum
  3. Consigli su come preparare un curriculum che spacca!

 

Stai cercando un impiego dopo la scuola o semplicemente un lavoro estivo per studenti? Se vuoi aumentare le tue chance di ottenere un colloquio, non sottovalutare il potere di un curriculum ben scritto! Leggi i nostri consigli per un curriculum vitae infallibile. 🚀

 

Come fare un curriculum efficace

 

Per scrivere un buon curriculum è indispensabile mettersi nei panni del recruiter che lo leggerà. Immagina una persona seduta alla scrivania con davanti una pila di cinquanta curriculum da leggere (o, più probabilmente, una lunga lista di email da aprire). 📩

Si dice che in media un curriculum venga letto dalle risorse umane in un tempo che va dai 6 ai 10 secondi. Ciò significa che il recruiter non legge veramente tutto il curriculum per esteso, ma piuttosto lo sfoglia, cercando con gli occhi le informazioni per lui più rilevanti.

Il tuo obiettivo quindi sarà scrivere un curriculum a prova di timer, ⏱ in modo da catturare l’attenzione e l’interesse del selezionatore in brevissimo tempo.

 

Cosa mettere nel curriculum

 

Dati personali

I tuoi dati personali sono le prime informazioni da inserire nel CV. 

Non devono mancare:

  • Il tuo nome e cognome
  • Il tuo indirizzo
  • Il tuo numero di telefono e/o il tuo indirizzo email (in base a come preferisci essere contattato)
  • La tua data di nascita (opzionale)

💎 Se hai un profilo Linkedin ti consigliamo di aggiungere qui il link alla tua pagina. 

Titolo (o titoli) di studio

Il titolo di studio è importante e va aggiunto anche quando è ancora in fase di conseguimento. Inserisci solo l’ultimo titolo di studio ottenuto (in caso di laurea triennale e master puoi inserirli entrambi in ordine anticronologico).

Ecco come organizzare la sezione istruzione del CV:

  • Titolo del diploma di scuola superiore, laurea e/o master
  • Anno di inizio e anno di conseguimento del titolo
  • Nome e luogo dell’istituto in cui hai conseguito o stai conseguendo il titolo

Esperienze lavorative

Arriviamo alla parte relativa ai lavori svolti, qui compilerai il curriculum in due modi diversi a seconda che tu abbia già lavorato o meno.

👉 Se non hai ancora nessuna esperienza lavorativa

Ti consigliamo di ampliare la sezione relativa all’educazione, inserendo anche il voto del diploma o della laurea, il titolo della tesi e progetti scolastici interessanti a cui hai preso parte. Non dimenticare di parlare di eventuali soggiorni all’estero, programmi di volontariato o stage formativi, sono le esperienze che i datori di lavoro apprezzano di più!

👉 Se invece hai già esperienza nel mondo del lavoro

Inserisci le posizioni lavorative nel curriculum andando in ordine anticronologico. Parti dal lavoro più recente fino ad arrivare alla tua prima esperienza.

Ricordati di scrivere:

  • Titolo della posizione lavorativa
  • Data iniziale e data finale del lavoro
  • Azienda e città in cui hai lavorato
  • Responsabilità e risultati ottenuti

Nella parte dedicata alle responsabilità spiega brevemente quali erano le tue mansioni principali. Parla non solo di quello che facevi, ma anche degli obiettivi raggiunti e fai intuire al recruiter la qualità del tuo lavoro. Per esempio, se hai lavorato come commesso in un negozio di vestiti, parla di come sei riuscito ad aumentare le vendite grazie alle tue doti comunicative e attenzione al cliente.

Soft Skills

Quella relativa alle soft skills (o competenze personali) è la parte del curriculum in cui puoi far emergere la tua personalità. Usa questa sezione con intelligenza: inserisci solo le competenze che ritieni potrebbero essere utili nella posizione per cui ti stai candidando.

Disponibilità

Sei disponibile a iniziare a lavorare nell’immediato o devi aspettare la fine della scuola? Cerchi una posizione full-time o part-time?

Questa è una sezione che quasi nessuno include nel curriculum ma che a nostro parere è molto importante. Soprattutto nel caso di candidature spontanee è utile specificare quando e quanto si è disponibili a lavorare, per evitare una perdita di tempo sia a te che all’eventuale datore di lavoro.

Foto: sì o no?

Mettere la tua foto nel curriculum non è obbligatorio. Se decidi di farlo assicurati di scegliere una foto di buona qualità, con uno sfondo neutro e un aspetto professionale. 👌

 

Consigli su come preparare un curriculum che spacca!

 

Passiamo ora ad alcuni consigli extra per fare il modo che il tuo curriculum risalti in mezzo a tutti gli altri.

Usa una grafica accattivante (ma attento a non esagerare)

Non usare il modello CV formato europeo: è superato, graficamente brutto e decisamente troppo lungo! 

👉👀 Sull’app Canva puoi trovare vari modelli gratuiti di curriculum vitae già pronti da usare.

Puoi essere creativo e giocare con i colori 🎨 ma ricorda che il curriculum deve rimanere il più semplice possibile e soprattutto deve essere ben leggibile.

👉👀 Scegli un unico font (o al massimo due) e prediligi il sans serif (font senza grazie), come Arial, Helvetica o Verdana.

Non scrivere frasi lunghe e complesse, usa i bullet points e il grassetto per sottolineare le parole importanti all’interno del testo.

Non scrivere un curriculum troppo lungo

Come detto sopra, un curriculum efficace deve essere facile e veloce da leggere. Sii sintetico ma attento a non dimenticare le informazioni essenziali, cerca di non superare mai una pagina di lunghezza.

Fatti conoscere (la lettera di presentazione)

Se senti che il tuo curriculum è troppo impersonale e non esprime a pieno la tua motivazione, hai due possibilità:

  • Aggiungere una breve introduzione in testa alla pagina in cui parli delle tue passioni e i tuoi obiettivi lavorativi per il futuro
  • Allegare al CV una lettera di presentazione

In questo modo riuscirai a dare personalità al curriculum e catturerai la curiosità del datore di lavoro, che vorrà conoscerti di persona. Et voilà, colloquio ottenuto! 🥇

Prenota una sessione di ripetizioni private gratuita

Prenota ora