LINGUE STRANIERE, TREND EDUCATIVI

Come fare in modo che tuo figlio ami imparare l’inglese

Problemi con l’inglese? Tranquillo, non sei solo! 💂

La lingua inglese può essere meravigliosamente divertente da imprare per alcune persone, mentre per altre il suo apprendimento può rappresentare una specie di calvario. Purtroppo è la verità: l'inglese o si ama o si odia.

Lingua difficile? Anche qui dipende dai punti di vista. Alcune persone lo imparano e poi lo parlano in maniera assolutamente naturale; altre ci fanno a pugni sin dall’A B C. 

Capitoli

  1. Inglese per bambini: gioie e dolori
  2. Metodi per imparare l’inglese a casa divertendosi
  3. Come imparare l’inglese con mamma e papà: consigli pratici
  4. Imparare l’inglese può essere un divertimento

imparare-l-inglese-1

Se stai leggendo questo articolo è perché probabilmente tuo figlio rientra nella seconda categoria. Ti dico subito di non sentirti né sfortunato né senza speranza: sono tanti i bambini e i ragazzi che fanno fatica a studiare la lingua inglese. Per fortuna oggi esistono tanti metodi per imparare l’inglese diversi, in grado di stimolare curiosità e interesse e di far nascere un amore per la lingua laddove prima regnava l’odio più totale. Sì: puoi aiutare tuo figlio ad amare l’inglese!

I ragazzi di oggi sono più fortunati di noi: le nuove tecnologie e i dispositivi multimediali offrono molteplici spunti per imparare l’inglese in maniera interattiva divertendosi. Anche tramite alcune ottime app per imparare le lingue straniere

 

Inglese per bambini: gioie e dolori

 

Partiamo da un presupposto: se hai difficoltà con l’apprendimento della lingua inglese da parte di tuo figlio diamo per scontato che in casa non ci sia una persona madrelingua inglese. Le famiglie bilingue partono con un evidente grosso vantaggio e possiamo dire che nella maggior parte dei casi il problema per loro non si ponga nemmeno (ma se sei in cerca di consigli, scopri come crescere un bambino bilingue).

Tantissimi genitori, ancor prima che il proprio figlio venga al mondo, si pongono domande circa il futuro apprendimento delle lingue straniere, e in particolar modo proprio dell’inglese: in un mondo sempre più “piccolo” per ciò che riguarda distanze materiali e culturali, la padronanza delle lingue sarà sempre più imprescindibile. È quindi normale pensarci durante i mesi della gravidanza! 🤰

Ma come ben sappiamo, nessun figlio è mai ciò che ci si aspetta: dunque se il bambino l’asilo o la scuola bilingue proprio non li digerisce, bisogna pensare a strategie alternative che ci permettano comunque di sfruttare i benefici del bilinguismo

Ed eccoci al nostro caso: figlio che segue una scuola tradizionale e si ribella allo studio dell’inglese. 👎 Come fare?

💑 Innanzitutto, cerca di comprenderlo. Senza mostrare il tuo (eventuale) disappunto

😱 In secondo luogo: niente panico. Le attitudini dei bambini possono essere sviluppate e indirizzate, con pazienza e i giusti metodi: se tuo figlio di 6 anni non ama imparare l’inglese, non vuol dire che non lo imparerà mai

💪 Ricordati che ci sono molte cose che si possono fare, al di fuori della scuola, grazie alla tua iniziativa personale. Hai un grande potenziale di intervento sull’apprendimento dell’inglese di tuo figlio, dunque non disperare!

📌 Infine elabora un piano d’azione. L’intervento casalingo di potenziamento della lingua inglese - chiamiamolo così! - necessita di essere programmato: rimboccati le maniche e preparati a essere costante e coerente.

Ricordati però una cosa importantissima: i genitori sono genitori, e tali devono rimanere. 👩‍👧 È una scelta saggia quella di affidare l’insegnamento dell’inglese a una persona esterna: puoi fare affidamento sugli insegnanti di GoStudent, esperti e preparati nella didattica per tutte le età, anche nell’ambito delle lingue straniere.

Il tuo intervento sarà comunque necessario e avrà anche un “peso specifico” maggiore, in quanto il legame emotivo con tuo figlio fa sì che ogni tua parola sia importante per lui/lei. Ma affidando a un insegnante online la didattica della lingua, potrai preservare il bel rapporto con tuo figlio. 💞

Imparare l’inglese: non farlo diventare una tortura

Una cosa va ricordata assolutamente: non sei l’insegnante di tuo figlio. Nemmeno quando lo aiuti a fare i compiti o quando, come in questo caso, cerchi di stimolare in lui o lei l’amore per l’apprendimento della lingua inglese.

Trasformarti nell’insegnante di tuo figlio avrebbe un solo effetto: farlo allontanare ancora di più dall’inglese! ❌

L’inglese a casa deve rimanere qualcosa di divertente, un’attività che si fa con spirito di collaborazione, molto coinvolgente e in grado di far vivere momenti piacevoli e anche di allegria. Queste attività per migliorare l’inglese per bambini ne sono un esempio perfetto.

🔑 La chiave per dare un contributo positivo ed essere efficaci nell’avvicinamento di tuo figlio allo studio dell’inglese è proprio quello di fare tutto in maniera leggera, piacevole e divertente.

 

Metodi per imparare l’inglese a casa divertendosi

 

Ci teniamo a dirtelo subito: potrebbe non essere facile far sì che tuo figlio ami imparare l’inglese. Abbiamo visto che la scelta migliore è quella di affidare la parte di didattica “pura” a un insegnante esterno: ciò che possiamo fare come genitori è provare a intervenire in maniera “soft”, per far vedere ai nostri figli che l’inglese può essere piacevole da imparare, anche nella vita di tutti i giorni. Come?

👪 Coinvolgimento

Il problema con l’inglese è di nostro figlio, ma la sua soluzione deve riguardare anche i genitori. Fagli capire che hai a cuore il problema, che capisci le sue difficoltà e che ti impegnerai al massimo per aiutarlo a casa. E fai in modo che non rimangano solo parole: le attività “extra” dedicate all’apprendimento dell’inglese ti devono vedere coinvolto in prima persona.

👻 Entusiasmo

L’abbiamo già detto: parola d’ordine divertimento! Del resto a tuo figlio l’inglese non piace, dunque non puoi aspettarti che prenda di buon occhio l’idea di dedicargli del tempo extrascolastico se questo non è legato a un’attività divertente o quantomeno piacevole. Cerca di essere coinvolgente e allegro tu stesso per primo, l’entusiasmo è contagioso e tuo figlio deve percepire la tua intenzione di vincere questa sfida assieme a lui!

Brevità

Chi va piano va sano e va lontano. L’inglese si deve imparare ad amarlo poco per volta, con “pillole” di lavoro extra quotidiane, o comunque regolari durante la settimana. Fissa obiettivi facilmente raggiungibili inizialmente e fai in modo che l’inglese a casa entri nella vita di tuo figlio poco per volta. Altrimenti rischi di aumentare la sua repulsione per lo studio di questa lingua.

Questi sono i principi base da cui partire. Ora vediamo dei consigli pratici per impostare attività casalinghe per imparare l’inglese:

Impostare una routine

Pochi minuti, inizialmente, poi sempre di più. Un tempo definito da dedicare alle attività che avrete scelto in maniera regolare. Ogni giorno, tre volte alla settimana, quello che riuscite a fare e che ritenete adeguato. L’importante è mantenere la routine.

Scegliere obiettivi realistici

Guarda cosa sta studiando a scuola tuo figlio e allineati con il suo livello. Impostare obiettivi troppo difficili non servirà da stimolo, deprimerà soltanto la sua motivazione a imparare l’inglese!

Sfruttare i tempi morti

Il tragitto casa-scuola, ad esempio, è un valido lasso di tempo da utilizzare per fare attività in inglese ogni giorno. Anche il momento della buonanotte può essere sfruttato a questo scopo: esistono tanti libri divertenti in inglese che puoi leggere assieme a tuo figlio prima che si addormenti.

Servirsi della tecnologia

Smartphone, tablet, laptop, app… Quanto siamo fortunati rispetto a qualche anno fa! Con pochi clic possiamo accedere a contenuti in lingua originale, impostare sottotitoli in inglese, trovare testi di canzoni, scaricare audiolibri in inglese, sfruttare le mille risorse che il web offre.

Giocare!

Giova ripeterlo: fai in modo che il momento dell’inglese sia divertente! Esistono tanti giochi che si possono fare mentre si impara l’inglese. Si possono usare le flashcards di inglese per giocare a memory, ad esempio, o ancora si può impostare la lingua inglese al videogioco preferito e giocarci assieme. Lo scopo non è quello di fare lezione a casa, ma di stimolare l’interesse per l’apprendimento dell’inglese sfruttando il coinvolgimento emotivo.

Corso di inglese online… o no?

Ti sarà venuta di sicuro la tentazione di iscrivere tuo figlio che fatica con l’inglese a un corso di inglese online. O di farlo iscrivere a qualche piattaforma dedicata all’apprendimento autonomo delle lingue straniere. Ha senso… oppure no?

Per quanto riguarda piattaforme e app per l’apprendimento delle lingue, i bambini sono i meno indicati per il loro utilizzo. Hanno bisogno di una guida, di qualcuno che li aiuti a mantenere l’attenzione, di un insegnante che li faccia anche divertire… Soli davanti a uno schermo si demotiveranno velocemente. 😔

Un corso di inglese online è invece una buona idea, soprattutto se, come avviene per i percorsi di GoStudent, lo studio è personalizzato e pianificato su misura di tuo figlio.

Se hai deciso di iscrivere tuo figlio a un corso di inglese online (lo ripetiamo un’altra volta: ottima decisione, soprattutto in vista del suo futuro!), ricordati quanto segue:

👉 Scegli accuratamente il livello: meglio fortificare le basi che tentare di fare il passo più lungo della gamba!

👉 Pretendi impegno e costanza, ma permettigli di andare al suo ritmo e di ripetere la lezione quante volte vuole prima di accedere alla successiva

👉 Fissa degli obiettivi con l’insegnante e tuo figlio. Lo aiuterà a rimanere motivato

👉 Aiutalo a fare autovalutazione frequentemente, in modo che si renda conto dei progressi che ha fatto e di cosa può ancora migliorare

apprendimento-lingue-2

Come imparare l’inglese con mamma e papà: consigli pratici

 

Eccoci alla parte più pratica di tutto il discorso: un elenco di attività e risorse da utilizzare per potenziare l’apprendimento dell’inglese in famiglia e, soprattutto, cercare di far sbocciare l’amore per questa bellissima lingua 💗

Quello che segue è un elenco non esaustivo ma sicuramente ricco di spunti e idee per impostare attività divertenti in inglese in famiglia. Dai libero sfogo alla tua fantasia!

Per i bambini più piccoli:

🔹 Favole della buonanotte in inglese

🔹 Libri per bambini in inglese, da leggere insieme

🔹 Canzoncine in inglese da cantare insieme 

🔹 Guardare una puntata del cartone animato preferito in inglese

🔹 Giochi educativi e app per imparare l’inglese (ecco quelle del British Council)

🔹 Flashcards da realizzare assieme e utilizzare poi per giocare (potete anche scaricarle già fatte)

Per bambini più grandi e ragazzi:

🔹 Libri in inglese con audiolibro (da ascoltare insieme!)

🔹 Film, serie tv in inglese, cartoni animati da guardare in lingua originale e con i sottotitoli

🔹 Canzoni in inglese: cercate i testi, stampateli e leggeteli assieme

🔹 Giochi da tavola in inglese

🔹 Videogame educativi in inglese

🔹 Vacanze all’estero: non per forza vacanze-studio organizzate, ma anche weekend o brevi vacanze in famiglia per dar modo di trovarsi immersi nel contesto linguistico.

 

Imparare l’inglese può essere un divertimento

 

Imparare l’inglese può diventare un divertimento anche per chi prima lo odiava. Il ruolo di noi genitori è molto importante poiché abbiamo la possibilità di favorire il piacere dell’apprendimento dell’inglese, costruendo piacevoli e coinvolgenti routine che, come abbiamo visto, possono permetterci di fargli prendere maggiore confidenza con la lingua, poco alla volta.

E se tutto ciò non bastasse? GoStudent rappresenta la rivoluzione nel settore delle ripetizioni e della didattica a distanza per studenti di ogni età. Ci sono tutor esperti nell’insegnamento dell’inglese, puoi prenotare una lezione gratuita di prova e vedere tu stesso quanta differenza può fare per tuo figlio! La Rivoluzione delle ripetizioni

Prenota una sessione di ripetizioni private gratuita

Prenota ora